Ema Stokholma denuncia le molestie e lancia un appello su Instagram

Ema Stokholma, filmata di nascosto, denuncia le molestie e fa un appello su Instagram: "Non bisogna mai stare zitti"

Ema Stokholma denuncia le molestie subite durante il sound check alla Mole in occasione della Festa di San Giovanni. E su Instagram lancia un appello perché episodi così gravi non passino inosservati.

La conduttrice radiofonica e dj, che abbiamo visto anche allo scorso Festival di Sanremo e a Pechino Express nel 2017, è stata vittima di molestie come lei stessa racconta nelle Stories di Instagram.

“Mentre stavo facendo il sound check mi sono accorta della presenza di un cellulare vicino alla mia postazione e, quando mi sono avvicinata, ho visto che mi stava riprendendo da sotto in su”. Guardando il cellulare si è accorta che “c’erano almeno una decina di minuti di video che riprendevano le mie parti intime“. E non era l’unica vittima.

Ema Stokholma, come lei stessa ha sottolineato, è rimasta sconvolta da quanto accaduto. Un fatto gravissimo che ha deciso di denunciare alla polizia. Anzi, sempre su Instagram, invita le ragazze a non restare in silenzio e a denunciare se subiscono molestie. “Dobbiamo indignarci”.

Nel cellulare ha visto altri video, in uno di questi c’era “una donna, in jeans, che mentre saliva le scale della Mole veniva videoripresa dal basso verso l’alto sotto, proprio com’è stato fatto con me”. Dunque, afferma con forza, la colpa delle molestie non è di come si vestono le donne.

Poi la Stokholma racconta che ha trovato il proprietario del telefonino, ma tutti, tranne il suo manager, hanno cercato di sminuire l’episodio, come se fosse uno scherzo goliardico, “come se non fosse successo nulla. Invece è una cosa grave”. E prosegue: “Non bisogna mai stare zitti perché il silenzio ci rende colpevoli di eventuali aggressioni future a danno degli altri  e trovare quella leggerezza accanto a me, sentirmi dire dai colleghi di quell’uomo di non prenderla troppo sul serio sennò rischia il posto di lavoro è stata una vera sconfitta”. “Voi uomini dovete tutelarci”.

“Quanto accaduto mercoledì pomeriggio non avrebbe mai preso una dimensione tanto dolorosa per me, se in quel momento avessi avuto intorno più comprensione, ma a parte il mio manager, lo staff del ingaggiato per l’evento sembrava preoccupato solo per le conseguenze che potrà avere il collega”.

Durante la serata Ema ha cercato di svolgere il suo lavoro con serenità, “ma è stato difficile”. E rinnova l’appello di non stare mai zitti di fronte a certi episodi intollerabili.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Ema Stokholma denuncia le molestie e lancia un appello su Instagram