Brad Pitt, lo champagne è già un successo. Ma una donna gli fa causa

Brad Pitt è pronto a lanciare il suo champagne. Ma una donna gli fa causa anche se poi ammette di essere stata truffata da "un falso Brad Pitt"

Lo champagne di Brad Pitt, Fleur de Miraval, in vendita dal 15 ottobre, si annuncia già un successo. Ma la star non ha neanche il tempo di gustarsi il trionfo che deve vedersela con una causa legale intentata contro di lui da Kelli Christina, manager texana, che sostiene di essere stata truffata dall’attore e ora gli chiede i danni.

La donna sostiene di essere stata ingannata da Brad Pitt che l’avrebbe corteggiata, facendole credere di avere intenzione di sposarla, e afferma di avergli versato 40mila dollari perché presenziasse a degli eventi organizzati dalla sua associazione no-profit che si occupa di costruire case alle persone rimaste senza alloggio a causa dell’uragano Katrina.

I legali di Brad Pitt hanno subito respinto le accuse, sostenendo che la donna è stata vittima di un truffatore online che si spaccia per Pitt e che nulla ha a che vedere con il loro assistito.

Nei documenti depositati da Christina in tribunale, come riporta il Daily Mail, la donna sostiene che durante le trattative tra lei e il presunto attore si sarebbe creata una sorta di relazione e che addirittura si era parlato di matrimonio. I contatti però sono cessati subito dopo che lei ha smesso di versare i soldi.

Nella denuncia presentata alla Corte distrettuale del Texas si legge: “Nel 2018, la querelante Kelli Christina è stata avvicinata da Brad Pitt allo scopo di raccogliere fondi per la Make It Right Foundation… Il querelante e Brad Pitt hanno stipulato un accordo commerciale con termini e condizioni specifici”.

Gli avvocati di Brad Pitt hanno presentato una mozione. In alcuni di questi documenti si legge che la stessa Christina ha ammesso di essere stata truffata da “un falso Brad Pitt”. Una fonte vicina all’ex marito di Angelina Jolie, con cui per altro è finito in tribunale per la custodia dei figli, ha affermato che si tratta di un tipico caso di truffa online in cui il malintenzionato si spaccia per una star, ma ovviamente non c’è alcun legame tra loro.

Nonostante Kelli Christina abbia in parte ammesso di non aver mai avuto contatti diretti con l’attore e abbia dichiarato lei stessa di essere stata ingannata da un “falso Brad Pitt”, è intenzionata a portare avanti la causa.

Mentre i legali di Pitt sono al lavoro per smontare definitivamente le accuse della donna, Pitt si appresa a debuttare sul mercato col suo Fleur de Miraval di cui sono state prodotte solo 20mila bottiglie. Ancora prima di essere messo in vendita, lo champagne ha già ottenuto un voto di tutto rispetto da Adreas Larsson, eletto miglior sommelier del mondo nel 2007, che come riporta il Corriere della Sera gli ha dato un punteggio altissimo: 95/100.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Brad Pitt, lo champagne è già un successo. Ma una donna gli fa causa