Perché è famosa Anna Ferzetti

Anna Ferzetti è una talentuosa attrice e la compagna di Pierfrancesco Favino, accanto a lui da moltissimi anni

Attrice di successo e la compagna di Pierfrancesco Favino, Anna Ferzetti è la conduttrice dei Nastri d’Argento 2020. Talentuosa e bellissima, è la figlia di Gabriele Ferzetti, celebre attore, proprio per questo sin da piccola è cresciuta circondata dall’amore per il cinema. Classe 1982, è nata a Roma e, dopo aver frequentato la scuola tedesca, si è trasferita con la madre a Londra. Successivamente è tornata in Italia per studiare recitazione e dedicarsi alla sua grande passione.

Ha esordito a teatro e in poco tempo è arrivata a lavorare anche al cinema. Anna Ferzetti ha partecipato a fiction di successo come Rocco Schiavone e Una Mamma Imperfetta, l’abbiamo inoltre vista in Il colore nascosto delle cose di Silvio Soldini e in Terapia di coppia per amanti di Diego De Silva. Nel 2019 ha condotto Prima Festival, striscia quotidiana dedicata al Festival di Sanremo, in coppia con Simone Montedoro.

L’incontro con Pierfrancesco Favino è avvenuto durante una cena in cui lui per sbaglio le ha pestato un piede. “Eravamo a una festa – ha raccontato tempo dopo a Vanity Fair -. Lui mi ha pestato il piede. Abbiamo iniziato a chiacchierare e non ci siamo fermati più”. La coppia da allora non si è più lasciata, nonostante 13 anni di differenza, e oggi ha due figlie: Greta, nata nel 2006, e Lea, avuta nel 2012. Il loro segreto? La distanza, come ha svelato la stessa Anna. “Ci vediamo poco, e ogni volta è una gioia ritrovarsi – ha confessato -. Se si sta un po’ separati, la coppia si rafforza. Abbiamo vissuto in due case fino ad alcuni mesi dopo la nascita di Greta, la nostra primogenita. Erano due appartamenti nello stesso palazzo. Ci abbiamo messo un po’ a passare alla convivenza, ad allineare i percorsi. Pierfrancesco ha 13 anni più di me, viene da una famiglia tradizionale”.

“Pierfrancesco è stato il mio primo fan – ha confessato parlando Favino -. Mi ha spinto lui a fare l’attrice, dopo la nascita di Greta. Anche papà in fondo era contento, però non l’avrebbe mai ammesso […] Perché lo amo? Perché è paziente, amorevole, dolce, sensibile, bello e malinconico. Fa crepare dal ridere”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché è famosa Anna Ferzetti