Che cosa sono le “uova vaginali” sponsorizzate da Gwyneth Paltrow

L'ultima follia di Gwyneth Paltrow, regina del sito Goop, sono le uova vaginali. Ecco di cosa si tratta

Gwyneth Paltrow torna al centro del gossip a cause delle uova vaginali sponsorizzate nel suo sito Goop.

In soli dieci anni l’attrice ha costruito un vero e proprio impero, trasformando un semplice blog in un’azienda con un fatturato di 250 milioni di dollari. Si tratta di Goop, il portale in cui la Paltrow, affiancata da alcuni esperti, dà ai fan consigli di bellezza e di fitness, parla di diete, ma anche di sesso. Sul sito è possibile acquistare vari prodotti, fra cui abbigliamento, libri e ovviamente le uova vaginali.

Di cosa si tratta? Le Jade Egg e le Rose Quartz costano rispettivamente 66 e 55 dollari, e promettono di regalare serenità e salute a chi le utilizza. Si tratta di uova vaginali a base di essenze di erbe e fiori che, secondo quanto sostiene Gwyneth Paltrow, avrebbero la capacità di migliorare la contrazione della muscolatura intima. Ciò significa che possono rivelarsi utili sia nel post-parto che per migliorare la vita sessuale. Inoltre, sempre in base a quello che si legge sul sito servono a “bilanciare gli ormoni, aumentare il controllo della vescica e aiutare a regolare i cicli mestruali”.

Non è finita qui, perché il premio Oscar afferma che una delle essenze contenute nelle uova vaginali, la Inner Judge Flower, può aiutare a prevenire la depressione. Quest’ultima dichiarazione, che attualmente è stata rimossa dal portale, ha spinto la  Californa Food Drug and Medical Device Task Force ad avviare un’indagine. I prodotti venduti sul sito sono stati analizzati e la star di Hollywood è stata sanzionata, perché ciò che afferma sarebbe ingannevole e non sarebbe supportato da prove scientifiche.

La società Goop è stata quindi costretta a pagare 145 mila dollari di multa, per “pubblicità ingannevole”. “È importante sanzionare aziende che con le loro affermazioni sono in grado di influire potenzialmente sulla salute delle donne” ha spiegato in un comunicato ufficiale Tony Rackauckas, il procuratore distrettuale di Orange County.

Immediata la replica di Gwyneth Paltrow che, dopo aver accettato di pagare la multa (e rimborsare i clienti che lo richiederanno), ha chiarito: “Non abbiamo ricevuto nessun reclamo sui prodotti”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Che cosa sono le “uova vaginali” sponsorizzate da Gwyneth Pal...