The Chef: la scelta inaspettata dei giudici tra tensioni e padelle

Ci sono talent da televisione generalista e talent più legati a un universo come quello femminile in continua evoluzione, la cui somma dovrebbe fare il pubblico di The Chef. Come ogni format che si rispetti anche questo, in onda ogni martedì sera su La5, ha una sua formula: 14 concorrenti battagliano per conquistarsi un posto nella cucina del nuovo ristorante romano del celebre chef Filippo La Mantia coadiuvato da Davide Oldani (una stella Michelin con il suo D’O di Cornaredo) e la possibilità di curare una rubrica di cucina sul settimanale Donna Moderna.

A comporre le squadre, però, saranno i due coach, con lo chef Algherini a capo della Squadra Bianca e la blogger Chiara Maci alla guida della Squadra Nera. Di puntata in puntata, le due squadre si sfideranno sulla rivisitazione di una ricetta pubblicata sulla rivista Sale & Pepe e questa settimana la scelta è caduta sul tortino di patate e acciughe, per l’appunto, un tipico piatto della cucina laziale. Piatti elaborati e gustosi, distanti quanto basta dalle ricette della cucina quotidiana imposta più da tempi veloci che dal piacere di preparare.

Insindancabile il giudizio dei due autorevoli giudici che decreteranno anche chi verrà eliminato: uno di loro lascerà il gioco e dovrà dire addio ai due pregevoli premi messi in palio, in questa prima edizione del cooking talent italiano. Martedì sera è toccato a Giovanni abbandonare il gioco. Un addio con qualche risvolto ad alta tensione, tra i fornelli de The Chef.

Monica e Nicole finiscono per battibeccare più del dovuto, Oldani si rifiuta di assaggiare il piatto di Maria Paola e Giovanni che si sente male. Saluta Domenico che tornerà a cucinare nel suo ristorante.

Chi tra i candidati conquisterà il sospirato posto in cucina?

 

The Chef: la scelta inaspettata dei giudici tra tensioni e padell...