Temptation Island, Filippo Bisciglia racconta come ha superato la malattia

Filippo Bisciglia, conduttore di Temptation Island, parla della grave malattia che lo ha colpito da bambino, per due anni non ha potuto camminare

Filippo Bisciglia, 41 anni, conduttore di Temptation Island, ha raccontato della malattia che lo ha colpito da piccolo e di come sia riuscito a superarla.

In una lunga intervista a Tv Sorrisi e Canzoni ha rivelato di come la sua infanzia, per quanto bella, sia stata segnata dal morbo di Perthes contro il quale ha lottato tenacemente: “Dai due ai quattro anni non ho potuto camminare“. Si tratta di una malattia degenerativa che colpisce la testa del femore. Si manifesta soprattutto in età pediatrica e in particolare nei maschi.

Racconta Bisciglia: “Mio nonno mi ha costruito una macchinetta con le rotelline e mi portavano in giro così”. Poi l’incontro col professor Milella che gli ha permesso di camminare superando la malattia: “Sono nei libri di medicina. Sono stato il primo bambino a non rimanere zoppo. Questa esperienza mi ha forgiato il carattere: la voglia di vincere viene da lì”.

Il presentatore ha anche raccontato un particolare toccante della sua infanzia: “Avevo una gambina di ferro e uno scarpone grande per bilanciare la differenza tra gli arti. Ricordo il rumore che faceva sull’asfalto, ma ho vinto”.

Filippo Bisciglia, prima di approdare a Temptation Island, ha partecipato al Grande Fratello nel 2006 e poi a Tale e Quale Show. Nell’intervista ha raccontato di seguire una dieta particolare, si definisce infatti pescetariano, ossia vegetariano con l’aggiunta di pesce.

Ha rivelato anche di avere ben 20 tatuaggi di cui uno speciale, dedicato alla mamma. Fa anche collezione di monete da 2 euro e di sé dice: “Sono puntiglioso, secchione, permaloso, rompiscatole”. Addirittura fa risistemare la sabbia del falò se è stesa male.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Temptation Island, Filippo Bisciglia racconta come ha superato la mala...