D’Orazio, il ricordo toccante di Facchinetti ad un anno dalla scomparsa

Dopo un anno senza Stefano D'Orazio, Roby Facchinetti lo ricorda con una toccante lettera

È passato già un anno da quando Stefano D’Orazio è venuto a mancare, lasciando un vuoto grandissimo nel mondo della musica. Ad avvertire la sua mancanza sono in tanti, la moglie Tiziana Giardoni, i suoi cari, tutti i membri dei Pooh, i suoi colleghi, i suoi amici e i suoi sostenitori. Roby Facchinetti, per esprimere il suo dolore, si è lasciato andare in una lunga e toccante lettera.

Un anno senza Stefano D’Orazio

Il sei novembre non è un giorno facile per coloro che hanno avuto l’onore di conoscere Stefano D’Orazio e compiere, con lui, un tratto di vita insieme. Nel 2020 è infatti venuto a mancare dopo aver contratto il Covid-19.

Ad un anno di distanza, Roby Facchinetti ha voluto ricordare il collega e l’amico con parole profondissime, attraverso una lettera affidata e pubblicata dal Corriere della Sera. Il cantante dei Pooh ammette di non essere ancora riuscito ad elaborare il lutto e di non essersi ancora abituato alla sua assenza.

Il pensiero di Facchinetti va a tutti i momenti più belli, alle cene insieme, ai banchetti condiviso con gli amici di sempre, all’allegria che Stefano era solito trasmettere a tutti coloro che incontrava. Ricorda, inoltre, anche un momento in cui D’Orazio è stato l’unico a restargli al fianco:

Poco fa pensavo a quando mi aiutasti — tu solo — in un momento per me difficile, l’unica porta che allora trovai aperta fu la tua, e non so neppure se in quel momento ebbi la lucidità di ringraziarti. Lo faccio ora, so che hai capito di cosa sto parlando.

Stefano D’Orazio: i Pooh ancora in scena in suo onore

La vita però, anche dopo le perdite più dure, deve andare avanti. Il ricordo di Stefano resta per Roby Facchinetti, per i Pooh e per la sua amata Tiziana, un faro da seguire per non perdere mai la rotta. In suo onore, tutti continueranno a vivere e a fare progetti.

I Pooh, così, torneranno presto in scena. Lo faranno con un musical, Parsifal, a cui Roby Facchinetti ha lavorato proprio con Stefano D’Orazio e gli altri membri della band. Il batterista ci teneva particolarmente a questo progetto:

Sono sicuro che ne sarai felice, so quanto ci credevi, ho visto quanto hai lavorato all’opera.

Vedere i Pooh di nuovo su un palco senza Stefano D’Orazio sarà, senza ombra di dubbio, doloroso e commovente per tutti. Non c’è, però, miglior modo di ricordarlo se non attraverso l’arte a cui lui ha dedicato tutta la sua vita.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

D’Orazio, il ricordo toccante di Facchinetti ad un anno dalla scompa...