Spose vip, le acconciature top e flop: dalla Hunziker alla Canalis

Quando si tratta di organizzare il proprio matrimonio, la futura moglie ha un obiettivo principale: trovare l’abito da sposa (per voi i modelli di tendenza per l’autunno/inverno 2014-2015). Da questa importante decisione ne dipendono altre fondamentali, prima fra tutte scegliere l’acconciatura perfetta. Sbagliarla significa rovinare l’intero outfit.

Per non cadere in errore, provate a seguire queste semplici regoleprendete spunto o evitate le pettinature delle spose vip.

1) Scegliete l’acconciatura dopo aver individuato l’abito da sposa;

2) Non esagerate, siate sempre naturali: l’eccesso dà idea di finzione;

3) Con l’abito a scollo americano, optate per un semiraccolto, come quello di Marta Abatantuono, figlia di Diego, anche se la sua acconciatura è fin troppo dimessa. Ricordate di dare volume ai capelli. Se preferite un raccolto, scegliete lo chignon alto come quello di Carlotta Mantovan;
 
4) Con la scollatura a cuore, se molto profonda, meglio tenere i capelli sciolti, per dare un effetto neoromantico. L’acconciatura può essere impreziosita da decori floreali come ha fatto Claudia Zanella. Bene anche la treccia morbida;

5) Se la scollatura è dritta con le braccia scoperte o con spalline sottili, meglio optare per raccolti mobidi: banane dal gusto retrò, semi-raccolti voluminosi e mossi come l’acconciatura di Michelle Hunziker, la sposa più bella del 2014.

6) Con la scollatura a V, meglio raccogliere i capelli in uno chignon, una treccia morbida o in una coda bassa molto chic. Altrimenti, potete tenere i capelli sciolti, tirati all’indietro e fermati da una tiara come ha fatto Kate Middleton. Attenzione però a non cadere nell’eccesso di lustrini e gioielli. Scegliete la corona, solo se il vostro abito non è particolarmente ricco.

7) Se lo scollo è a barchetta, meglio raccogliere i capelli per mostrare il collo e le spalle. Amal per le nozze con Clooney però ha optato per i capelli sciolti, creando un outfit semplice e chic nello stesso tempo;

8) Per gli abiti monospalla, i capelli vanno assolutamente raccolti in pettinature morbide o rigide purché il volume ricada sulla spalla nuda;

9) Per la scollatura quadrata, meglio raccogliere i capelli in un semplice chignon come la Jolie.

10) Nello scegliere la pettinatura oltre a considerare il taglio dell’abito, considerate anche la forma del vostro viso. Se avete tratti marcati, evitate i raccolti rigidi. Se sono irregolari, meglio acconciature morbide o i capelli sciolti;

11) Infine, valutate la scelta degli accessori: il velo e come volete attaccarlo ai capelli, decori floreali, cerchietti e tiare. Anche se i brillantini sono la vostra passione, non esagerate: evitate di assomigliare a meringhe o di diventare Barbie-girl.

Questo per quanto riguarda le acconciature da sposa. Se siete invitate a un matrimonio, invece, ispiratevi ai tagli di tendenza per i capelli corti o per i capelli lunghi.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spose vip, le acconciature top e flop: dalla Hunziker alla Canali...