Sonia Bruganelli risponde alle critiche: il jet privato lo paga lei

La moglie di Paolo Bonolis è stanca delle continue polemiche. Spiega così al pubblico come sia una donna in carriera e indipendente in tutto

Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, ha risposto alle critiche dei social, raccontando di sé e del suo lavoro, ribadendo la propria indipendenza economica.

Col passare degli anni il numero di followers di Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis, è decisamente aumentato. La donna è solita raccontare alcuni aspetti della propria vita sui social network, il che le ha procurato un numero sempre crescente di fan, oltre a centinaia di critiche. Può capitare infatti che tra le sue storie e i post Instagram compaia qualche elemento di lusso, con l’ormai famoso jet privato al centro di molte polemiche.

La donna non si è mai tirata indietro, rispondendo sempre a tono ma, intervistata dal Corriere della Sera, ha voluto offrire per una volta una visione d’insieme sulla sua vita, a partire dal suo parere in merito all’astio generato da alcune sue foto: “Non sono di certo una donna bellissima, eppure sono la moglie di Bonolis. La gente accetta che una come Belen possa volare su di un jet privato. Una bellezza del genere riesce a marcare bene la differenza con le persone normali. Nel mio caso invece tutto ciò che ho appare meno guadagnato”.

Importante per lei sottolineare come non viva a carico di suo marito. Non è Paolo Bonolis a pagare ogni spesa necessaria per la famiglia ma, non essendo un personaggio pubblico, la gente ignora tutto questo e non vede altro in lei se non la moglie del noto conduttore televisivo.

Un’idea molto diffusa tra il pubblico, che la Bruganelli intende modificare in maniera radicale: “Ho una mia società di casting e produzioni, la Sdl2005, con 30 dipendenti. In questo essere la moglie di Bonolis mi ha aiutata ma ora l’aereo privato lo pago io e non devo chiedere nulla a nessuno”.

La donna ha infine voluto spiegare le ragioni alla base del noleggio iniziale del jet, al quale Paolo Bonolis era contrario. La loro famiglia è molto ampia e Silvia, la loro primogenita, ha a lungo avuto problemi motori, non ancora risolti del tutto, avendo dovuto fronteggiare l’ipossia: “Fino a poco tempo fa si spostava in carrozzina. Ora, dopo tanti sacrifici, è quasi autonoma. Certe cose sono soltanto mie e non verranno mai mostrate su Instagram, anche se di certo otterrebbero 100mila like”.

Sonia Bruganelli risponde alle critiche: il jet privato lo paga l...