Simona Ventura, condannati gli aggressori del figlio Niccolò: “Fieri di te”

L'incubo di Simona Ventura è finito: gli aggressori del figlio Niccolò sono stati condannati e lei si sfoga su Instagram

“Giustizia è stata fatta”: così Stefano Bettarini e Simona Ventura hanno commentato la condanna nei confronti degli aggressori del figlio Niccolò.

Lo scorso luglio il giovane era stato picchiato e accoltellato fuori da una nota discoteca milanese in seguito ad una lite per futili motivi. Niccolò, ricoverato all’ospedale Niguarda di Milano, aveva subito un’operazione d’urgenza alla mano. Accanto a lui Simona Ventura e Stefano Bettarini, ma anche i fratelli Giacomo e Caterina che non l’hanno mai lasciato solo.

Ormai sono trascorsi mesi da quel terribile episodio e Niccolò, forte dei suoi vent’anni, è riuscito a riprendersi e guarda al futuro con fiducia. Il suo ricovero ha avuto, malgrado tutto, dei risvolti positivi, poiché ha consentito alla famiglia di riunirsi nuovamente dopo un periodo difficile, segnato dalle liti continue fra la Ventura e Bettarini.

Oggi i due ex coniugi sono più uniti che mai, soprattutto di fronte ad una sentenza che ha condannato i tre aggressori di Niccolò. Super Simo ha espresso la sua gioia su Instagram, pubblicando un post scritto insieme all’ex marito, in cui svela tutta la sua gioia per la decisione del Gup di Milano. “Rinunciamo a qualsiasi risarcimento – ha scritto la Ventura, riprendendo le dichiarazioni del figlio -. Noi volevamo solo che fosse fatta giustizia e giustizia è stata fatta”.

“Finalmente è finito questo periodo tremendo – ha aggiunto – è difficile trovare tutte le parole per descrivere quello che provo adesso. Sicuramente è un momento di felicità perché non è stato un periodo facile ne per me ne per la mia famiglia e ringrazio il giudice perché con questa sentenza la verità è uscita”.

“Ovviamente all’inizio il sentimento è quello che è – ha spiegato il ventenne -. Andando avanti nei mesi ho metabolizzato la vicenda in un modo diverso, mi sono immedesimato dall’altra parte e ho inquadrato la vicenda in modo diverso. Il giudice mi ha anche parlato dei precedenti, della vita che c’è dietro questi ragazzi. Questo non giustifica quello che hanno fatto, ci mancherebbe altro, però vedere che hanno un passato così problematico fa anche molto pensare che non siamo tutti uguali, che abbiamo vite diverse, storie diversi, esperienze diverse, però si può sempre cambiare e migliorare”.

Simona ha concluso il lungo post con parole che esprimono tutto il suo amore di mamma e il grande orgoglio per il modo in cui Niccolò ha affrontato tutta la vicenda: “Siamo orgogliosi di te. Mamma e papà”.

simona ventura

Il post di Simona Ventura – Fonte: Instagram

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Simona Ventura, condannati gli aggressori del figlio Niccolò: “...