Lo sfogo di Mara Venier: “Ho il cuore spezzato per Venezia”

Mara Venier si sfoga e racconta il suo dolore per Venezia, messa in ginocchio dall'acqua alta

“Ho il cuore spezzato per Venezia”. Mara Venier si sfoga esprimendo tutto il suo dolore per la città in cui è nata e che in queste ore si trova ad affrontare una vera e propria emergenza. Il maltempo e le forti piogge hanno messo in difficoltà la città lagunare. L’acqua alta è arrivata a 187 centimetri, invadendo non solo le case, ma anche i monumenti, e distruggendo ogni cosa.

“Ho il cuore spezzato per la mia città e sono a disposizione per qualsiasi iniziativa di solidarietà” ha detto la conduttrice di Domenica In all’Agi. Mara non torna a Venezia da quattro anni dopo la dolorosa morte di sua madre, ma il pensiero che sia stata messa in ginocchio la tormenta.

A fare infuriare la Venier è soprattutto l’idea che non sia stato fatto nulla per proteggere Venezia. La presentatrice, scavando nei suoi ricordi, ha raccontato i problemi vissuti quando aveva 15 anni e abitava a Mestre. “Io ho vissuto la marea del ’66 quando l’acqua alta arrivò a 194 centimetri – ha ricordato – e mi meraviglio che ancora siamo messi così, resto sconcertata […] Mi ricordo la paura e anche la sofferenza dovuta all’impossibilità di raggiungere il mio fidanzato di allora, che viveva a Venezia”.

“È arrivato il momento di dare il via a qualcosa di molto serio – ha aggiunto la Venier, che si è detta disposta a fare qualsiasi cosa per aiutare la sua città a risollevarsi -: non è il momento di fare polemiche, ma proprio non riesco a capire perché non sia stato ultimato il Mose. Per fortuna a Venezia abbiamo un grande sindaco, dotato di un gran cuore ma il governo deve ascoltare i veneziani e non solo […] Venezia non appartiene solo ai veneziani ma a tutto il mondo”.

La Venier vive a Roma ormai da diversi anni insieme al marito Nicola Carraro, ma Venezia è da sempre la sua città del cuore. “Venezia è il mio cuore, è tutto per me – ha confessato -. Da quando è mancata mia madre, quattro anni fa, non ho più avuto la forza di ritornare, troppi ricordi e dolori. Ho cercato di non andare per non avere più dolore di quello che ho. Lei era il mio legame con la città, ma stamattina, per la prima volta, ho avuto voglia di essere lì, di andarci anche io e ovviamente tutto quello che potrò fare per la mia città – perché quella è la mia città – lo farò”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lo sfogo di Mara Venier: “Ho il cuore spezzato per Venezia&...