Serena Grandi: storia di una diva, fra cadute e rinascite

Cadute e rinascite: la vita di Serena Grandi, una diva che non si è mai arresa (nonostante le difficoltà)

Icona di bellezza e star del cinema, la storia di Serena Grandi è quella di una diva che ha vissuto un’esistenza segnata da grandi successi, ma anche precipitose cadute a cui è seguita, sempre, una rinascita. Classe 1958, è giovanissima quando, negli anni Ottanta, viene scelta da Tinto Brass per recitare nel film Miranda. Il successo è immediato e la fama travolge Serena che si ritrova, in un attimo, catapultata nell’Olimpo delle donne più desiderate d’Italia.

Paparazzi, ammiratori segreti e registi: tutti sono disposti a fare follie per lei e all’apice della carriera la Grandi si ritrova sotto casa persino una Ferrari infiocchettata, dono di un uomo innamorato follemente e rifiutato. Il 1987 è l’anno di Rimini Rimini dove gira una scena cult in cui seduce Paolo Villaggio, nello stesso periodo incontra Beppe Ercole, il grande amore della sua vita. Antiquario e noto playboy vent’anni più grande di lei, Ercole diventerà non solo suo marito, ma anche il padre di Edoardo, unico figlio della star italiana.

La passione travolgente però si esaurisce negli anni Novanta e nel 1993 Ercole inizia una nuova relazione con Corinne Clery. Ma Serena non si abbatte: cresce suo figlio nel migliore dei modi, creando con lui uno splendido rapporto e consentendogli di stare accanto al padre sino alla sua morte, nel 2010. Proprio quando la Grandi ha ripreso di nuovo in mano la sua vita, il destino gli riserva un altro colpo basso. Nel 2003 rimane invischiata in una brutta vicenda giudiziaria, ma viene prosciolta dalle accuse prima dell’inizio del processo.

Dopo un periodo difficile, che avrebbe messo alla prova chiunque, Serena si rialza di nuovo in piedi e riprende in mano la sua esistenza. Partecipa al reality Il ristorante con Antonella Clerici e pubblica il romanzo L’amante del federale. Anche la sua carriera di attrice, dopo uno stop, riprende il volo: Pupi Avati la sceglie per recitare ne Il papà di Giovanna. Struccata e senza filtri, Serena Grandi mostra la sua enorme bravura nella recitazione. La critica tesse le sue lodi e negli anni successivi arrivano altri film come Una sconfinata giovinezza oltre le miniserie Quo vadis, baby? e Una madre.

Nel 2013, Paolo Sorrentino la vuole ne La Grande Bellezza per il ruolo di Lorena e l’Oscar al film arriva come il coronamento di una carriera grandiosa. Con il figlio Edoardo realizza uno dei suoi sogni e apre a Rimini un ristorante, La locanda di Miranda. Quattro anni dopo Serena torna anche in tv e stupisce entrando nella Casa del Grande Fratello Vip. Nemmeno il tempo di godersi il successo del reality che per lei arrivano nuovi problemi: la Grandi scopre di avere un tumore. Spaventata, ma forte, affronta la battaglia contro la malattia e ne esce vincente grazie anche al sostegno del figlio e di Corinne Clery, l’ex rivale divenuta amica.

Con coraggio Serena racconta in televisione la sua lotta e torna ad essere, ancora una volta, un personaggio molto amato. Ma come ci insegna il passato della diva, la sua storia è segnata da improvvise cadute e rinascite: qualche anno dopo la Grandi finisce al centro di una nuova vicenda giudiziaria legata al suo ristorante.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Serena Grandi: storia di una diva, fra cadute e rinascite