Sanremo, quando è nato il Festival

Il Festival di Sanremo nasce nel 1951 da un'idea di Angelo Nicola Amato, direttore elle manifestazioni e delle pubbliche relazioni del casinò della cittadina ligure

Le origini del Festival della canzone italiana risalgono al 1951. La kermesse nasce dalla mente dell’allora direttore delle manifestazioni e delle pubbliche relazioni del casinò di Sanremo, Angelo Nicola Amato, con lo scopo di incrementare il turismo che affligge le località marittime, tra cui la cittadina ligure, durante l’inverno. Angelo Nizza, conduttore radiofonico, era un assiduo frequentatore del Casinò ligure, e insieme ad Amato decise di dare sollievo all’economia locale ideando una manifestazione a carattere musicale.

A quel punto, mancava solo un accordo con l’EIAR di Torino(Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche) e una capillarità di diffusione che fosse in grado di raggiungere le case discografiche e i cantanti appartenenti ad esse, che non tardarono ad arrivare.

La prima edizione del Festival nel 1951

Il 29 gennaio 1951 ebbe inizio la prima edizione di quello che sarebbe diventato un evento in grado di fermare ogni anno l’Italia per un’intera settimana. Condotta da Nunzio Filogamo, presentatore radiofonico noto per il suo caratteristico saluto “Miei cari amici vicini e lontani, buonasera ovunque voi siate!” e svoltasi presso il salone delle feste del Casinò di Sanremo, l’avvio della kermesse consistette in una tre giorni in cui gareggiarono solamente tre interpreti, che portarono sul palco un totale di venti canzoni. I cantanti erano Achille Togliani, il Duo Fasano e Nilla Pizzi, che vinse con Grazie dei fiori.

A discapito di quanto si possa immaginare, l’edizione numero uno del Festival di Sanremo non ottenne una significativa risonanza mediatica e fu accolta con freddezza dalla stampa e dai critici musicali dell’epoca. Basti pensare che il pubblico presente in sala continuò a cenare immerso nel chiacchiericcio, anche durante il corso delle esibizioni. Una situazione sicuramente bizzarra ai nostri occhi, in quanto il Festival della Canzone italiana è indubbiamente l’evento musicale in grado di catalizzare su di sé tutti i riflettori del Bel Paese.

Un’edizione senza pubblico a causa del Covid

Nel 2021 la settantunesima edizione del Festival di Sanremo è iniziata il 2 e si è conclusa il 6 marzo. Si tratta, indubbiamente, di un’annata assai inconsueta, a causa delle restrizioni dovute al Covid-19, che hanno colpito anche la kermesse televisiva più longeva d’Italia. Assenza di pubblico, regolamento rimodulato nell’eventualità che qualche membro dello staff avesse contratto il Coronavirus, e Sanremo zona rossa sono stati tra i principali accorgimenti assunti per far sì che la gara si fosse svolta nonostante la pandemia. Quello che non è mancato, però, è stata la musica, l’unica vera e imprescindibile protagonista del Festival, che ha portato alla vittoria dei Maneskin.

È tutto pronto per l’edizione 2022

Per l’edizione 2022 del Festival della Canzone Italiana c’è grande attesa. Si parte il 1° febbraio con la conduzione di Amadeus che avrà al suo fianco donne di grande talento e bellezza come co-conduttrici.Si tratta di Ornella Muti, presente all’Ariston durante la prima serata, Lorena Cesarini, star della serie tv Suburra, Drusilla Foer, Maria Chiara Giannetta e Sabrina Ferilli.

I Big che si sfideranno sul palco dell’Ariston saranno 25, e tra di essi spuntano alcuni dei volti più amati di tutti i tempi. Da Gianni Morandi a Iva Zanicchi, passando per star del calibro di Elisa e Noemi. Non mancheranno, ne siamo certe, sorprese e gran divertimento!