Sanremo 2021: come è andata la terza serata

La terza serata del Festival ha avuto per protagonisti i duetti dei 26 Big in gara, accompagnati da tanti ospiti speciali

Musica, musica e ancora musica: nella terza serata del Festival di Sanremo 2021 a far da padroni sono stati i tanto attesi duetti dei Big in gara. Il palcoscenico dell’Ariston ha accolto tanti artisti alle prese con performance dedicata ai grandi successi del cantautorato italiano. Data la ricchissima (e impegnativa) scaletta, Fiorello ha dovuto rinunciare allo sketch di apertura che nella prima e nella seconda serata lo hanno visto nei panni di un improbabile Achille Lauro. Ad aprire la terza serata è stato, invece, un emozionante omaggio al grande Lucio Dalla in occasione del suo compleanno, affidato ai Negramaro che hanno intonato proprio 4 marzo 1943. Dopodiché la terza serata del Festival è entrata subito nel vivo con i duetti dei 26 Big in gara.

Scopri le nostre pagelle della terza serata.

Le canzoni di ieri sera

La terza serata di Sanremo 2021 ha deliziato il pubblico da casa con alcuni tra i più grandi successi della musica italiana. I Big si sono avvicendati sul palco con tanti graditi ospiti, a cominciare da Noemi che ha cantato Prima di andare via con Neffa. Spazio all’energia di Penso Positivo di Jovanotti, brano scelto dal cantautore Fulminacci che per l’occasione è stato accompagnato da Valerio Lundini e da uno spumeggiante Roy Paci alla tromba. Dopodiché Francesco Renga ha cantato in coppia con Casadilego il brano C’è una ragione di più di Ornella Vanoni, mentre gli Extraliscio con Davide Toffolo hanno duettato con Peter Pichler nel Medley Rosamunda.

Duetto (con imprevisto) per Fasma in coppia con Nesli sulle note di La fine, poi il graditissimo ritorno all’Ariston de I Pinguini Tattici Nucleari, che hanno conquistato il terzo posto a Sanremo 2020 con il brano Ringo Starr. Questa volta la band ha accompagnato sul palco Bugo in Un’avventura di Lucio Battisti. Spazio poi a Fedez e Francesca Michielin (senza ospiti) alle prese con un medley dal titolo E allora felicità, seguiti a ruota da Irama (in video) che ha proposto una cover di Cyrano di Guccini.

Potenti i Maneskin, accompagnati dal grande Manuel Agnelli in una versione entusiasmante di Amandoti, storico brano dei CCCP – Fedeli alla Linea. Il testimone è passato poi a Random che ha duettato con i The Kolors in Ragazzo Fortunato di Jovanotti e a Willie Peyote, che ha emozionato il pubblico con Giudizi Universali, accompagnato proprio da Samuele Bersani. Orietta Berti ha conquistato il palco con la sua splendida voce, in una bella interpretazione di Io che amo solo te con Le Deva, che le è valsa il secondo posto nella classifica dell’Orchestra.

Ghemon ha portato sul palco i Neri per Caso facendo letteralmente impazzire i social, mentre Gio Evan ha cantato insieme ai concorrenti di The Voice Senior il brano Gli anni degli 883. La Rappresentante di Lista ha fatto ballare tutti con una suadente interpretazione di Splendido Splendente al fianco della mitica Donatella Rettore, per poi lasciare spazio ad Arisa con un omaggio a Pino Daniele. La cantante ha duettato con Michele Bravi in Quando. Madame ha portato la sua versione della mitica Prisencolinensinainciusol di Celentano, seguita da Annalisa con Federico Poggipollini in La musica è finita della Vanoni.

Toccante la versione di Non è per sempre degli Afterhours portata in scena da Lo Stato Sociale, accompagnati da Emanuela Fanelli e da Francesco Pannofino. La scaletta dei duetti ha proseguito poi con Gaia e Lous and the Yakuza in Mi sono innamorato di te di Tenco, il duo Colapesce – Dimartino con Povera Patria di Battiato e i Coma_Cose che, accompagnati da Alberto Radius e Mamakass, hanno omaggiato Battisti con Il mio canto libero.

Una lunga serata quella dei duetti, che si è conclusa con le esibizioni di Max Gazzè e Daniele Silvestri con il brano Del Mondo dei CSI, seguiti dalla splendida Malika Ayane con Insieme a te non ci sto più di Caterina Caselli e da Ermal Meta, che ha scelto di omaggiare Lucio Dalla con Caruso accompagnato dalla Napoli Mandolin Orchestra. A chiudere la serata dei duetti è stato Aiello con Vegas Jones e il brano Gianna di Rino Gaetano.

Scopri il programma della settimana sanremese.

Classifica e risultati

Al termine della lunga terza serata del Festival al pubblico sono state svelate ben due classifiche. La prima è la classifica provvisoria dei 10 Big più votati (finora) del Festival di Sanremo 2021:

1. Ermal Meta

2. Annalisa

3. Willie Peyote

4. Arisa

5. Irama

6. Lo Stato Sociale

7. Malika Ayane

8. Extraliscio feat. Davide Toffolo

9. Orietta Berti

10. Maneskin

La seconda classifica è quella delle 26 cover votate dai Maestri dell’Orchestra dell’Ariston, così composta: Ermal Meta, Orietta Berti, Extraliscio feat. Davide Toffolo, Willie Peyote, Arisa, Maneskin, Annalisa, Max Gazzè, La Rappresentante di Lista, Ghemon, Lo Stato Sociale, Gaia, Irama, Colapesce-Dimartino, Fulminacci, Malika Ayane, Noemi, Madame, Francesco Renga, Fasma, Francesca Michielin e Fedez, Aiello, Bugo, Gio Evan, Random, Coma_Cose.

I commenti della serata

Come ogni sera non sono mancati i commenti sui social, confermando il record di questa edizione del Festival di Sanremo: la più seguita dagli utenti del web. Se nella seconda serata a monopolizzare i trend sono stati Elodie e i palloncini dell’Ariston, la terza serata ha fatto discutere per i tanti ospiti speciali. In primis la splendida Vittoria Ceretti, top model di fama internazionale che ha colpito per classe ed eleganza. Poi anche il terzo quadro di Achille Lauro, statuario come una statua greca e accompagnato da Monica Guerritore e da una splendida Emma Marrone. “Il teatro riparta”, questo il messaggio dell’attrice dal palco dell’Ariston.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sanremo 2021: come è andata la terza serata