Sanremo 2020, programma e resoconto delle serate

Tra emozioni e colpi di scena, il Festival di Sanremo 2020 conquista ancora una volta il pubblico

La 70esima edizione del Festival di Sanremo si svolge dal 4 all’8 febbraio 2020, con un fitto programma ricco di sorprese e di grandi ritorno. Ancora una volta il palco dell’Ariston accoglie decine di grandi nomi della musica italiana e internazionale e regala uno spettacolo sorprendente, nel corso delle cinque serate che attirano milioni di telespettatori al piccolo schermo.

Cosa è successo nella prima serata: martedì 4 febbraio

La prima puntata del Festival di Sanremo 2020 è partita in modo scoppiettante con un monologo di Fiorello. Vestito da prete e pronto a tutto, lo showman ha presentato l’amico Amadeus. Sorrisi e battute hanno consentito al conduttore di rompere il ghiaccio e vincere la tensione iniziale. La gara è entrata da subito nel vivo, con lo scontro fra quattro Nuove Proposte dove a trionfare sono stati Tecla e Leo Gassman. Poi è stato il turno dei Big, da Rita Pavone, strepitosa a 74 anni, ad Achille Lauro, che ha stupito tutti con un look inedito.

Tanti gli ospiti sul palco. Non solo Fiorello, che è comparso più volte accanto ad Amadeus, regalando al pubblico momenti esilaranti, ma anche Tiziano Ferro, che si è esibito sulle note di Almeno tu nell’Universo, e Al Bano e Romina, presentati dalla figlia Romina Jr. Non poteva poi mancare Emma Marrone, cantante, ma soprattutto attrice per il nuovo film di Muccino, mentre Gessica Notaro si è esibita con una canzone, più bella e talentuosa che mai.

Le vere regine della prima serata di Sanremo 2020 però sono state loro: Diletta Leotta e Rula Jebreal. La prima, molto emozionata, ha presto preso confidenza con il palco, giocando anche con il look, la seconda, semplicemente divina, ha stregato tutti. Entrambe hanno portato al Festival non solo bellezza, ma anche momenti di profonda riflessione. 

Diletta si è seduta sulla scale del palco per raccontare che dietro a quel volto bellissimo c’è molto di più. Rula, come promesso, ha realizzato un monologo durissimo ed emozionante sulla violenza contro le donne. Parole che hanno emozionato Amadeus, la moglie Giovanna e tutto il teatro.

Cosa è successo nella seconda serata: mercoledì 5 febbraio

La seconda puntata del Festival di Sanremo 2020 è iniziata con un siparietto esilarante che ha divertito tutto il pubblico, presentatore compreso. Fiorello infatti, co-conduttore di questa edizione del Festival della Canzone Italiana ha salutato il pubblico dell’Ariston vestito da Maria De Filippi. Tra battute divertenti e imitazioni da parte dello showman italiano, l’intero teatro è andato in visibilio. Poi, una telefonata a sorpresa: sullo smartphone di Fiorello ecco comparire la chiamata da parte di Maria De Filippi. La moglie di Costanzo si è complimentata con entrambi per la conduzione.

Il Festival entra nel vivo e, dopo le esibizioni delle quattro nuove proposte, è il momento del primo dei 12 Big in gara: Piero Pelù. La grinta, il suo tratto distintivo, è quella di sempre, così il cantautore italiano anima l’intero Ariston con la sua canzone Gigante.

La seconda ad entrare in scena è Elettra Lamborghini: l’attesissima cantante però non riesce a prende subito confidenza con il palco, complice la forte emozione da lei stessa dichiarata. Il Festival continua con l’ingresso di Sabrina Salerno che mostra orgogliosamente i suoi 51 anni incantando l’intero Ariston con un abito dallo spacco profondo. Il look e la sua conduzione accanto a quella di Amadeus è approvata all’unanimità. Insieme ad Amadeus anche Emma D’Aquino e Laura Chimenti. Le due giornaliste del Tg1 sono state le compagne di viaggio del presentatore per questa seconda serata.

Non è mancato poi un commovente omaggio a Fabrizio Frizzi per il giorno del suo compleanno. Per celebrare il grande artista che è venuto a mancare due anni fa, ospite della serata è stata Carlotta Mantovan che ha ringraziato Amadeus e tutto il pubblico per l’affetto mostrato nei confronti del marito.

Attesissimo tra gli ospiti della seconda serata del Festival di Sanremo Massimo Ranieri. Il cantante italiano si è esibito in un duetto inedito con Tiziano Ferro emozionando l’Ariston sulle note di Perdere l’amore.

Cosa è successo nella terza serata: giovedì 6 febbraio

Serata di duetti e cover a Sanremo 2020 con un Amadeus ormai perfettamente a suo agio sul palco dell’Ariston. Dopo due serate scoppiettanti, Fiorello si è preso una pausa dal Festival, al suo posto Benigni, che si è esibito in un monologo molto emozionante e fuori dal comune, leggendo un brano del Cantico dei Cantici.

Non solo comici: sul palco, a sorpresa, sono comparse Giorgia, Emma Marrone, Alessandra Amoroso, Elisa, Gianna Nannini, Laura Pausini e Fiorella Mannoia. Artiste grandiose e amatissime decise a lottare contro la violenza sulle donne. Le cantanti hanno annunciato un nuovo concerto del progetto Una, nessuna, centomila e la Pausini si è commossa parlando con Amadeus. 

Grandi protagoniste della serata Georgina Rodriguez e Alketa Vejsiu. La prima si è esibita in un sensuale tango, lasciando senza fiato Cristiano Ronaldo, seduto in prima fila, in platea, per applaudirla. La seconda ha travolto tutto con il suo entusiasmo, elettrizzata all’idea di essere a Sanremo e di realizzare un sogno.

Cosa è successo nella quarta serata: venerdì 7 febbraio

Nella quarta e penultima serata del Festival di Sanremo 2020 emozioni e sorrisi hanno accompagnato la musica degli artisti in gara. Ad attirare l’attenzione sono state, ancora una volta, le donne. La kermesse è stata inaugurata da Amadeus con la competizione delle Nuove Proposte. A trionfare, in questa edizione, Leo Gassman con il brano Vai Bene Così. Il premio Mia Martini, invece, è andato agli Eugenio in via Di Gioia.

Sul palco, dopo una giornata di pausa, è tornato anche Fiorello, che ha divertito con originali esibizioni e rubando un bacio a Tiziano Ferro. Pace fatta, tra i due, dopo le polemiche seguite ad una piccola incomprensione. Protagoniste, ancora una volta, le donne. Antonella Clerici è tornata sul palco del Teatro Ariston dimostrandosi un’ottima padrona di casa e Francesca Sofia Novello ha affrontato con grande eleganza e fermezza il pubblico del Festival.

Bellissime e coinvolgenti le esibizioni dei super ospiti: Dua Lipa, Tony Renis (che si è scatenato con Fiorello sulle note di Quando, Quando, Quando), Ghali, Gianna Nannini e Coez.

Commovente l’omaggio e il ringraziamento a Vincenzo Mollica, storico giornalista del TG1 che, per anni, ha raccontato la musica del Festival e che, quest’anno, lo segue per l’ultima volta per motivi di salute. Con la solita ironia, inoltre, Fiorello ha colto l’occasione per ricordare Mike Bongiorno e con Amadeus e Antonella Clerici ha augurato buon compleanno a Vasco Rossi.

Non sono mancati gli inconvenienti, con Morgan che ha modificato il testo della sua canzone e Bugo che ha lasciato il palco durante l’esibizione. A correre in aiuto di Amadeus, Fiorello che, senza nascondere lo stupore, è riuscito a intrattenere e a strappare un sorriso al pubblico, dal quale era arrivato anche qualche fischio. I due cantanti, in seguito alla defezione, sono stati squalificati dalla gara.

Cosa è successo nella quinta serata: sabato 8 febbraio

La quinta e ultima puntata del Festival di Sanremo 2020 è iniziata con un momento solenne: la banda ha suonato l’Inno di Mameli. Messa da parte ogni polemica, Amadeus ha deciso di trasformare la serata in una vera e propria festa.

Dopo una breve apparizione di Cristiana Capotondi, la gara è entrata subito nel vivo. A stemperare la tensione della finale Fiorello, che ha costretto Amadeus ad indossare la parrucca bionda per imitare, di nuovo, Maria De Filippi. I due, poi, si sono esibiti insieme sulle note di Un Mondo d’Amore.

Al fianco di Amadeus anche Mara Venier, Francesca Sofia Novello, Diletta Leotta e Sabrina Salerno. Molto coinvolgenti il monologo e l’esibizione di Tiziano Ferro, che ha proposto al pubblico alcune delle sue canzoni più amate. Pubblico in fermento anche per le esibizioni di Piero Pelù, Pinguini Tattici Nucleari, particolarmente scatenati, e Achille Lauro.

Biagio Antonacci, super ospite della serata, non ha deluso le aspettative e ha fatto cantare tutto il pubblico dell’Ariston. Anche Sabrina Salerno, con la sua scoppiettante esibizione sulle note di Boys, Boys, Boys, si è scatenata e ha raccolto grandi consensi. Non sono mancati messaggi positivi. Amadeus, questa volta, ha invitato tutti a tutelare l’ambiente.

Dopo l’annuncio della classifica generale, si sono contesi le posizioni sul podio i Pinguini Tattici Nucleari, Francesco Gabbani e Diodato. La gara è stata riaperta, affidando il loro destino al pubblico votante, alla giuria demoscopica e alla sala stampa.

L’ultimo siparietto di Fiorello e Amadeus della settantesima edizione del Festival di Sanremo, prima dell’annuncio del vincitore, è stato esilarante. I due hanno scherzato e hanno ballato un lento, ridendo anche dei momenti più difficili che hanno dovuto affrontare. Una delle ultime performance è stata assegnata a Diletta Leotta, che ha ballato e cantato Ciuri Ciuri. Emozionante l’esibizione di Ivan Cottini, ballerino malato di SLA, e Bianca Berardi. Sul palco anche Christian De Sica, con il cast de La Mia Banda Suona il Pop, Edoardo Pesce, che ha ricordato Alberto Sordi, Vittorio Grigolo e Gente De Zona.

Il Festival di Sanremo 2020 si conclude con l’annuncio del vincitore. Il primo premio va a Diodato. Seguono Francesco Gabbani, che si è guadagnato il secondo posto, e i Pinguini Tattici Nucleari, che si sono piazzati sul gradino più basso del podio.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sanremo 2020, programma e resoconto delle serate