Sanremo 2016, Garko: “Se mi desidera un uomo, va bene”

Festival al via con polemiche legate al tema delle unioni civili e alla presenza di Elton John come super ospite. Che accadrà?

Il Festival di Sanremo 2016 si apre con una violenta polemica legata al tema molto dibattuto delle unioni civili. La scintilla è scattata con la presenza di Elton John come super ospite.  Il direttore di Rai1, Giancarlo Leone, ha cercato di smorzare gli animi affermando che sarà molto difficile che il cantante, da sempre difensore dei diritti dei gay, si pronuncerà sulla questione durante la serata:

Non abbiamo la più pallida idea se Elton John verrà con il marito o meno, verrà martedì in prova. Lo abbiamo invitato in tempi non sospetti, non credo che il dibattito nell’aula parlamentare risentirà della sua presenza.

E Carlo Conti ha aggiunto:

Lo abbiamo invitato a settembre per cantare, poi vedremo in diretta che succederà.

In conferenza stampa non c’è spazio per altro se non per le unioni civili. Anche Gabriel Garko ne è rimasto coinvolto. L’attore, confermata la sua presenza al Festival malgrado l’incidente dello scoppio della villa in cui era ospite, dove è morta una donna, ha risposto in merito all’essere identificato come icona gay:

Sono consapevole di essere un sex symbol, anche se la gente che mi conosce sa come sono. So che devo essere sognato e desiderato da più persone: se devo essere desiderato da un uomo che, per desiderarmi, ha bisogno di pensare che sono gay, va benissimo. Lo stesso vale se vuole sognarmi una signora di 60 anni. Facciamo spettacolo, dobbiamo far sognare la gente.

La collega Virginia Raffaele non gli ha risparmiato una battuta graffiante:

Nun se butta via niente Garko, eh?

L’attore dice la sua anche sulle unioni civili:

Penso che se due persone sono maggiorenni e consenzienti sono libere di fare quello che vogliono, non sono in grado di giudicare nessuno. L’importante è che non diano fastidio alle persone che non devono essere infastidite.

Madalina Ghenea, la dea bruna, invece ha precisato che nel corso delle serate del Festival sono previsti per lei 15 cambi d’abito:

Avrò uno stilista diverso per ogni sera. Abbiamo scelto degli abiti giusti per questo palco: per la prima serata ho scelto Alberta Ferretti con tre cambi. In tutto cambierò 15 volte.

Mentre Virginia Raffaele, ironicamente, ha confermato che anche per lei ci saranno degli abiti, quindi anche lei si vestirà. Carlo Conti indosserà abiti firmati Salvatore Ferragamo, mentre Garko sfoggerà un look old style firmato Battistoni.

Mi ispirerò a cinque grandi attori, Paul Newman, Marcello Mastroianni, Cary Grant, Sean Connery e Marlon Brando. Non sarò la ‘copia di’, ne proporrò un ricordo in chiave moderna. L’idea mi è piaciuta molto e l’ho sposata. Ho voluto fortemente Mastroianni in questa lista di nomi stranieri.

Tra i super ospiti, oltre a Elton John, grande attesa per Laura Pausini che tra l’altro è la prima cantante italiana a ricevere un Grammy Award.

 

Sanremo 2016, Garko: “Se mi desidera un uomo, va bene”...