Rocio, l’amore per Bova e il passato doloroso: “Vivevo a testa bassa”

Rocio Munoz Morales ha parlato del suo amore per Raoul Bova e del suo passato e di una relazione che ha segnato la sua vita

Raoul Bova e Rocio Munoz Morales hanno festeggiato da poco dieci anni d’amore. La loro storia, inizialmente accolta da critiche e pregiudizi, ha dimostrato col tempo di essere tra le più solide del mondo dello spettacolo. Di questo amore, nato sul set di un film e coronato dalla nascita delle figlie Luna e Alma, ne ha parlato l’attrice in una lunga intervista a F, dove ha svelato anche dei momenti complicati della sua vita.

Oggi è felice con Raoul Bova, ma Rocio Munoz Morales ha un passato doloroso, legato a una relazione tossica, come ha svelato a F: “Avevo momenti in cui avevo meno controllo sull’emotività. Quelli in cui il malessere vinceva, dove tutto era buio e pensavo: ci sarà solo buio”.

Quella relazione ha influenzato profondamente la sua visione della vita e anche le relazioni future: “Stavo con un ragazzo che mi faceva stare male, ma non riuscivo ad allontanarmi. Non guardavo più la luce, il sole, il cielo. Guardavo solo per terra. Vivevo a testa bassa – ha raccontato -. Sono stati anni di grande dolore, di annientamento. Lui era una persona affascinante, un attore, con tanti pregi, ma con problematiche sue. Io avevo solo 19 anni. L’ho anche trovato a letto con un’altra. Lui ha detto che non era successo niente e gli ho creduto. A volte, quando non sei matura, hai rapporti che creano dipendenza“.

Questo rapporto però, per quanto doloroso, è riuscita a farle riconoscere il vero amore e soprattutto cosa non accettare in una relazione: un uomo che la sottometta, che si creda sopra ogni cosa e che sia pronto a giudicare.

Del resto lei il grande amore l’ha trovato proprio in Raoul Bova: “È l’uomo della mia vita: l’ho capito col tempo e lo capisco tutti i giorni ancora adesso“. I due attori si incontrarono sul set di Immaturi – Il viaggio e da allora non si sono più lasciati. A unirli gli stessi valori e un legame unico: “La sua anima somiglia alla mia. Io sono innamorata, ma anche molto fiera del mio uomo. Ho stima di lui e lui di me. Il nostro rapporto è nato molto puro, ma è stato faticoso… Lui arrivava da una separazione diventata molto mediatica e aveva già due figli: è stato un percorso in cui bisognava tenere duro. Io ho tenuto duro, lui pure, perché c’era amore”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Rocio, l’amore per Bova e il passato doloroso: “Vivevo a testa...