Pixie Fox, 200 interventi di chirurgia per sembrare Barbie

Pixie Fox è una modella svedese che, dopo 200 interventi di chirurgia estetica, è diventata una sorta di Barbie in carne ed ossa

Si chiama Pixie Fox ed è la donna che si è sottoposta a 200 interventi di chirurgia per sembrare Barbie. La giovane è svedese, ha 27 anni ed in passato faceva l’elettricista. La sua trasformazione è avvenuta per caso. Tutto è iniziato quando il suo ex fidanzato le chiese di rifarsi il seno. Lei accettò, rimanendo affascinata dal potere della chirurgia estetica e da allora non è più riuscita a fermarsi.

Sono passati diversi anni e Pixie si è sottoposta ad oltre duecento interventi, la maggior parte dei quali estremi, per poter ottenere un fisico che la fa assomigliare in tutto e per tutto alla celebre bambola della Mattel. Dal 2011 ad oggi la modella ha speso oltre 500 mila euro subendo quattro rinoplastiche al naso, due liposuzioni, il rimodellamento del lato B, di zigomi, faccia e labbra.

Fra gli interventi più pericolosi quello per cambiare il colore degli occhi, così delicato da essere proibito negli Stati Uniti e in Europa, tanto che per farlo Pixie Fox è dovuta volare in India. In Corea invece è finita sotto i bisturi per farsi spaccare e ricostruire la mascella tramite un’operazione che rischiava di paralizzarle tutto il volto. Dopo aver modificato anche il seno e le gambe, la modella svedese ha iniziato ad indossare anche un corsetto, che le ha ristretto la vita in modo esagerato.

“Non dico alle donne di non fare come me, ma vorrei che ognuno si sentisse libero di fare ciò che vuole con il proprio corpo – ha detto in un’intervista rilasciata a Barbara D’Urso, chiarendo di voler essere solo se stessa e non Barbie -. Voglio subito fugare questo malinteso, io non mi sento come Barbie sto lavorando per essere qualcosa di nuovo. Sono come un progetto di scienza, una sorta di lavoro in corso d’opera, non voglio assomigliare a nessuno se non a Pixie Fox”.

Pixie Fox, 200 interventi di chirurgia per sembrare Barbie