Pierluigi Diaco: Io e Te sospeso, da chi verrà sostituito

La trasmissione di Pierluigi Diaco, Io e Te, è stata sospesa: cosa andrà in onda al posto dello show pomeridiano

Io e Te, programma Rai condotto da Pierluigi Diaco, è stato sospeso per via di un caso di Coronavirus. Lo show, secondo quanto si apprende da Il Fatto Quotidiano, verrà momentaneamente sostituito da La Vita in Diretta Estate, trasmissione condotta da Marcello Masi e Andrea Delogu che dunque dovrà raddoppiare la sua durata.

In questi giorni Pierluigi Diaco si stava preparando a salutare il pubblico dopo avergli tenuto compagnia per tutta l’estate con Io e Te. Lo show, arrivato dopo l’addio di Caterina Balivo a Vieni da Me, ha raggiunto ottimi ascolti ed è diventato in breve tempo un piacevole appuntamento fisso per molti telespettatori. “C’è una collega che è risultata positiva al tampone – ha spiegato il conduttore al Corriere della Sera -. Stiamo quindi procedendo all’applicazione del protocollo Rai previsto in questi casi. Ovviamente il primo pensiero va alla nostra collega e a tutta la mia squadra. Capiremo nelle prossime ore nei prossimi giorni se riusciremo ad andare in onda per l’ultima settimana di programmazione di Io e te”.

Nel frattempo Io e Te, nonostante gli ottimi ascolti, non è stato riconfermato dalla Rai per una prossima stagione. Pierluigi Diaco ha commentato la scelta, svelando di avere già nuovi progetti per il futuro. “Provo estrema gratitudine – ha detto -. Tutto quello che abbiamo attraversato con la pandemia deve servire per ricordarci che siamo fortunati. Io sono veramente grato al direttore Coletta per la fiducia sincera che mi ha accordato. Poi le scelte dei direttori sono sempre insindacabili e non mi piace chi fa la vittima: ritengo che nessuno sia in dovere nei miei confronti. È una decisione che rispetto – ha concluso – ma siccome vedo sempre il bicchiere mezzo pieno, ho già proposto un altro programma e spero che nei prossimi mesi sarà in onda”.

Conduttore fuori dal comune, Diaco ha inaugurato un nuovo modo di fare la tv, lontano dai soliti schemi. “Credo ci sia molto bisogno di umanità, di interviste lunghe, in cui si rispettano i silenzi, le emozioni – ha chiarito -. Dove le persone vengono ascoltate per davvero. Un tv noiosa, perché io mi ritengo una persona noiosa, nel senso di antitetica rispetto a questo tempo in cui tutto è veloce e non c’è modo di far sedimentare le cose. Io leggo i giornali cartacei, ascolto 33 giri, scrivo lettere… mi piace il sapore di un’Italia che non c’è quasi più, di un tempo che rischia di scivolare via”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pierluigi Diaco: Io e Te sospeso, da chi verrà sostituito