Pechino Express 2020: il meglio e il peggio della nona puntata

La semifinale dell'adventure game, che ha visto le coppie arrivare in Corea, si è conclusa con l'eliminazione dei Gladiatori Mazzocchi e Giusti

La nona puntata di Pechino Express 2020 ha visto le coppie rimaste in gara – Wedding Planner, Collegiali, Gladiatori e Top – chiudere il capitolo cinese del viaggio e arrivare in Corea. Fin da subito, i telespettatori hanno avuto la possibilità di notare la conferma di alcuni aspetti che si erano delineati nel corso delle tappe precedenti.

In questo elenco spicca senza dubbio la crescita delle Collegiali che, come fatto presente dai Gladiatori, “non sono più le diciottenni della partenza” ma due donne molto più consapevoli delle proprie potenzialità. I fan dell’adventure game hanno avuto inoltre modo di ritrovare il piglio competitivo dello spietato Enzo Miccio, sempre più intenzionato a portarsi a casa la vittoria.

Sono stati tanti i momenti speciali nel corso della semifinale dell’adventure game condotto da Costantino Della Gheradesca. Le coppie in gara, che sono partite con una curiosa prova dedicata alla ricerca di persone con il cognome Kim (il più diffuso in Corea), hanno regalato forti emozioni agli appassionati del programma.

Tra i momenti che rimarranno nel cuore dei telespettatori rientra quello che ha visto i membri delle varie squadre scriversi una lettera a vicenda. In tale situazione, Enzo Miccio ha dismesso per un attimo i panni del ‘Rambo’ – così lo ha definito Nicole Rossi a fine puntata – dando spazio a parole dolcissime per la sua compagna di viaggio e assistente nella vita professionale. “Ti voglio bene, non l’ho mai detto neanche a mia madre”: questa la conclusione della lettera scritta dal conduttore di Ma Come ti Vesti?! a Carolina Giannuzzi, che l’ha ringraziato ancora una volta per averla scelta per l’esperienza di Pechino Express.

Cosa si può dire della prova vantaggio della semifinale? Che ha visto Jennifer e Nicole, i Wedding Planner e i Gladiatori misurarsi nel tiro con l’arco, uno sport molto popolare in Corea (gli atleti di questa nazione, da quando il tiro con l’arco a squadre è diventata una disciplina olimpica, hanno portato a casa tantissime medaglie). A uscire vincitori sono stati i Gladiatori, con Mazzocchi che ha fatto i complimenti al compagno di squadra definendolo “il gladiatore di Sherwood”. Il risultato è stato ovviamente commentato da Enzo Miccio, che ha fatto capire che “se si rompe il patto la guerra è aperta”.

A proposito di alleanze, archiviata la prova vantaggio è arrivato un confronto acceso tra Nicole Rossi e l’organizzatore di matrimonio più famoso d’Italia. La Collegiale, che ha preso molto male la penalità relativa alla partenza assegnata dai Gladiatori, ha chiamato in causa ancora una volta il “patto di ferro” tra Mazzocchi e Giusti e i Wedding Planner. Enzo Miccio, che con Carolina Giannuzzi si è visto assegnare una penalità che prevede il fatto di chiedere passaggi portando con sé diversi palloncini da mantenere intatti, ha risposto seccamente specificando che se parte primo lui arriva primo.

La discussione è andata avanti con Nicole Rossi che ha parlato di un aiuto ai Gladiatori da parte di Carolina Giannuzzi durante la prova vantaggio. La Wedding Planner ha replicato specificando che è una sua attitudine ed Enzo Miccio è intervenuto specificando che si tratta di un approccio sbagliato, in quanto “se siamo in gara tu devi guardare le tue frecce e il tuo puzzle, punto”.

Dopo chilometri in auto, schermaglie, incontri speciali e una parentesi dedicata al taekwondo è arrivato, per Miccio e Carolina, il momento di scegliere chi far tornare a casa. “Mi è stato dato l’appellativo di spietato, voglio esserlo anche di fatto: elimino i Gladiatori”: con questa frase Enzo Miccio ha decretato la fine dell’esperienza a Pechino Express per Mazzocchi e Giusti, specificando che non ci sono state né strategie né alleanze. L’eliminazione di Marco e Max è stata confermata dalla busta nera.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Pechino Express 2020: il meglio e il peggio della nona puntata