Oggi è un altro giorno, Carlo Conti sul ricovero in ospedale: “È stato difficile”

Carlo Conti racconta la sua esperienza in ospedale durante un collegamento in diretta con "Oggi è un altro giorno"

La scorsa settimana Carlo Conti è tornato a casa dopo alcuni giorni di ricovero in ospedale, a seguito delle complicanze insorte per il Coronavirus. Ora parla di quel difficile momento della sua vita ai microfoni di Oggi è un altro giorno, in collegamento video con Serena Bortone.

La sua esperienza, seppure conclusasi in maniera positiva, lo ha profondamente turbato: Carlo Conti, ospite dello show di Rai1, ha raccontato ciò che gli è accaduto nel corso delle ultime settimane, da quando ha ricevuto l’esito – positivo – del tampone che ha dato il via alla sua quarantena. Il conduttore di Tale e Quale Show ha esordito con una battuta: “Oggi è un altro giorno verso la guarigione” – ha spiegato, facendo riferimento al titolo del programma della Bortone. E ha così rivelato di essere ormai in procinto di uscire da una situazione che lo ha prostrato.

Carlo Conti ha scoperto di aver contratto il Covid alla fine di ottobre, annunciando la notizia ai suoi fan con un post su Instagram nel quale aveva spiegato di essere asintomatico. Purtroppo, però, la malattia si è ben presto manifestata e il conduttore, a causa della febbre e di un principio di polmonite, è stato ricoverato in ospedale in via precauzionale. Vi ha trascorso una settimana, durante la quale è stato seguito con cura dal personale del Careggi di Firenze, ed è infine tornato a casa, dalla sua famiglia.

È stata una settimana intensa, difficile e particolare. Il pensiero andava continuamente a mia moglie e a mio figlio a casa, nella speranza che non fossero positivi. La gioia più grande è stata quando è arrivata la notizia che il loro tampone era negativo” – ha confessato Carlo – “Sono stato coccolato da una serie di attenzioni da medici, infermieri e operatori sanitari che lavorano con grande dedizione. Il loro lavoro è una missione“.

Il conduttore ha poi svelato qual è stato il suo punto di forza durante il ricovero: “La pazienza è stata la cosa più importante, ho aspettato sapendo che l’unica cosa che potessi fare era farmi curare, affidarmi ai medici e sperare che il mio corpo ce la facesse”. E alla fine ce l’ha fatta, tornando a casa dopo una settimana, pronto addirittura a condurre una nuova puntata di Tale e Quale Show – naturalmente in collegamento video.

Prima di lasciare la trasmissione, infine, Conti ha voluto lanciare un messaggio importante: “Non si scherza con questo virus, indipendentemente da come ti prende. È una cosa che ci deve vedere uniti veramente. Io sono stato attentissimo, nonostante questo mi sono contagiato e non ho capito come, accanto a me nessuno lo ha avuto. Quindi può colpire davvero chiunque“.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Oggi è un altro giorno, Carlo Conti sul ricovero in ospedale: “...