Nadia, un reparto dell’ospedale con il suo nome. La madre si commuove

A seguito di una petizione, Nadia Toffa avrà un reparto dell'ospedale di Taranto intitolato a suo nome

La morte di Nadia Toffa ha scosso tantissime persone, e presto le sarà reso omaggio per il suo impegno a favore degli abitanti di Taranto, in particolare dei più piccoli. La notizia, arrivata in queste ore, ha commosso il web e la mamma della giornalista ha avuto modo di commentare con toccanti parole.

Tutto ha avuto inizio un po’ di tempo fa, quando una ragazza di nome Alessandra Marotta ha deciso di lanciare una petizione online per far sì che rimanga un ricordo tangibile degli sforzi della Toffa, compiuti in nome di un sentire che ben presto ha travalicato i confini professionali ed è diventata una battaglia personale. La giornalista bresciana aveva infatti preso a cuore il caso dell’Ilva di Taranto e di coloro che abitano in quelle zone altamente inquinate, rischiando la salute e talvolta la vita stessa. Per lungo tempo la Iena si era battuta per aiutare tutti coloro in difficoltà, in particolar modo i bambini.

Per questo, la petizione mirava a far sì che un reparto dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto venisse intitolato a Nadia. L’iniziativa ha ottenuto grandissimi consensi, tanto che in poco tempo sono state raccolte circa 90mila firme. E la Giunta regionale della Puglia ha risposto all’appello con una prontezza inaudita, annunciando che sarà il reparto di Oncoematologia pediatrica a portare il nome della Toffa. Un bellissimo omaggio per commemorare la Iena, scomparsa lo scorso 13 agosto 2019 dopo una lunga battaglia contro un tumore al cervello.

La mamma di Nadia è rimasta profondamente toccata da questo gesto. Come riportato dal Messaggero, le parole della signora Margherita mostrano tutta la sua commozione: “Mi avete emozionato moltissimo con la vostra vicinanza a Nadia anche dopo la sua scomparsa. Siete un esercito di paladini nel sostenere l’intitolazione del reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Mi date molta forza, quella di continuare le battaglie lasciate aperte da lei. Per il giorno dell’intitolazione io ci sarò“.

Non è ancora stata comunicata la data in cui si terrà la cerimonia, ma appare probabile che cadrà attorno alla metà di dicembre di quest’anno. Intanto, sono tantissimi coloro che continuano a ricordare la Toffa e il suo impegno: di recente, proprio Taranto l’ha omaggiata con uno splendido murales, per commemorare una donna che non si è mai arresa di fronte alle difficoltà, e che con il suo sorriso contagioso ha contribuito ad aiutare decine di persone. Tempo fa è stata proprio lei a fare da testimonial per una campagna di beneficenza che aveva raccolto oltre 500mila euro per il reparto di Pediatria dell’ospedale della città pugliese. E per questo motivo Taranto l’aveva insignita della cittadinanza onoraria.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Nadia, un reparto dell’ospedale con il suo nome. La madre si com...