Musica che Unisce, Emma Marrone lancia un messaggio di speranza

Durante Musica che Unisce Emma Marrone insieme ad altri artisti ha lanciato un messaggio di speranza e di forza

Una passeggiata tra note, racconti e momenti leggeri in giro per il nostro Paese, una maratona di musica ininterrotta per raccogliere fondi a favore della protezione civile: Musica che unisce ha tenuto compagnia al pubblico di Rai Uno per una serata di grandi emozioni, grazie al supporto di tantissimi artisti italiani.

Un modo sicuramente sui generis di fare spettacolo, con cantanti, attori e sportivi che hanno dato il loro contributo direttamente dalle loro case, emozionando e colpendo dritto al cuore gli spettatori. Voce narrante dello show Vincenzo Mollica, tornato in Rai per l’occasione.

Ad alternarsi con i loro mini-show registrati moltissimi artisti: Tiziano Ferro, direttamente dal suo studio di Los Angeles, Cesare Cremonini, Levante, Marco Mengoni (che ha condiviso lo schermo con i suoi coristi americani), Francesca Michelin (in collegamento con Fedez) e Gigi D’Alessio con le loro esibizioni al pianoforte.

Voce tremante ed emozionata per Emma Marrone, che ha lanciato un messaggio di speranza sul potere guaritore della musica: una passione che l’ha aiutata e confortata nei momenti difficili della sua vita, come durante la sua lotta contro il tumore. “Non mollare mai” è il suo motto, che è stato anche il filo conduttore dello show.

Alessandra Amoroso ha voluto regalare al pubblico momenti di spensieratezza cantando i suoi successi accompagnata – sempre a distanza – dalla chitarra del suo maestro. L’artista non ha nascosto la sua emozione durante l’esibizione di Comunque andare, che ha voluto dedicare al suo pubblico.

E ancora Riccardo Zanotti de I Pinguini Tattici Nucleari e Francesco Gabbani con le loro perfomance alla chitarra; poi un inedito Andrea Bocelli in versione piano bar; Elisa al pianoforte accompagnata dal marito alla chitarra, mentre i ragazzi de Il Volo hanno cantato in collegamento dalle rispettive città d’origine, così come i Negramaro.

Oltre che alla musica spazio anche agli attori e ballerini: Virginia Raffaele e Roberto Bolle hanno duettato a distanza sugli schermi di due cellulari su I Want to Dance, come John Travolta e Uma Thurman in Pulp Fiction; mentre Paola Cortellesi e Pierfrancesco Favino hanno recitato un surreale dialogo a distanza sulla solitudine che sta colpendo moltissimi in questo periodo.

Senza dimenticare i contributi di Luca Zingaretti, di Valentino Rossi, di Federica Pellegrini, di Gigi Proietti, che si è cimentato nella recitazione del testo di Viva l’Italia di Francesco De Gregori.

Uno grande show di oltre quattro ore, che ha mosso i cuori del pubblico, emozionando grazie a tanti messaggi di speranza e solidarietà: il potere della musica ha unito per una sera tutta l’Italia.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Musica che Unisce, Emma Marrone lancia un messaggio di speranza