Maria De Filippi, la paura dopo l’attentato. Non sale più in auto con Maurizio Costanzo

Maria De Filippi torna a parlare dell'attentato della mafia in cui venne coinvolta insieme a Maurizio Costanzo, svelando di non essere più andata in auto con il giornalista

Sono passati quasi 25 anni dopo l’attentato in cui Maria De Filippi e Maurizio Costanzo vennero presi di mira dalla mafia, sfuggendo per un soffio alla morte. Dopo la grande paura la conduttrice ha raccontato di non essere salita più in auto con Maurizio Costanzo.

Era il 14 maggio del 1993 quando Maria De Filippi e il celebre giornalista vennero coinvolti in un attentato mafioso all’uscita dal teatro Parioli in cui si teneva il Maurizio Costanzo Show. L’obiettivo era proprio il marito della regina di Uomini e Donne, che in tv si era impegnato in una lotta contro la mafia e stava iniziando a risultare scomodo.

All’epoca Maria De Filippi era ancora la compagna di Costanzo. Entrambi uscirono illesi dall’attentato svolto fra via Fauro e via Boccioni con 100 chili di esplosivi piazzati in una macchina. Quella notte da incubo però ha segnato per sempre l’esistenza della presentatrice. “Quando è scoppiata la bomba non avevo capito niente – ha confessato a Che Tempo Che Fa -, pensavo fosse stata colpa di una caldaia: mi sono ritrovata una trave tra me e Maurizio”.

“In macchina con me c’era anche il mio cane – ha ricordato -. Istintivamente lo feci uscire, per farlo scappare lontano. Poi uscimmo dalle auto, stavamo tutti bene. Recuperai il cane e tornai a casa con l’autostop. Ero talmente convinta che fosse una caldaia che avvertii subito i miei genitori per non farli preoccupare”.

Maria De Filippi ha confessato di essere rimasta profondamente sconvolta dall’attentato. “Ho avuto paura per almeno due anni. Per due anni a quella stessa ora scattavo – ha spiegato -. Ho fatto ipnosi per tornare a dormire. Io mi convinsi anche di aver visto chi fece saltare la macchina: non so se fosse vero, ma ne ero convinta. Vedo davanti agli occhi questo ragazzo che mi fissa fuori dai Parioli e io fisso lui, magari era un ragazzo qualsiasi. Non sarei mai in grado di riconoscerlo. Non so neanche se l’ho davvero visto”.

La regina di C’è posta per te e Uomini e Donne ha raccontato di non essere salita più in auto con Maurizio Costanzo dopo l’attentato: “Ho promesso a mio padre che non sarei più salita in auto con Maurizio e non l’ho più fatto – ha detto -. Non posso tradire una promessa fatta a mio padre”.

Dopo quell’episodio, per qualche tempo Maurizio Costanzo smise di parlare di mafia. A chiederlo fu proprio Maria De Filippi. “Per un po’ non lo fece – ha rivelato a Fabio Fazio -. Io fossi stata in lui non ne avrei parlato mai più”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Maria De Filippi, la paura dopo l’attentato. Non sale più in au...