Loredana Bertè come Al Bano e Romina: concerto annullato (per truffa)

In programma per il 9 agosto a Rimini, Loredana Bertè annulla il suo concerto: ecco cos'è successo

Era previsto per giovedì 9 agosto, a Rimini, il concerto di Loredana Bertè. Ma per i fan è giunta ora una brutta notizia: il concerto è stato annullato. Ad annunciarlo è stato Marco Poggioni, in qualità di rappresentante della Joe & Joe, la società di booking dell’artista.

La motivazione? Una conflittualità di ordine contrattuale, causata dagli organizzatori del concerto e non imputabile alla Bertè. Nello specifico, si legge sul comunicato diffuso dalla Joe & Joe, che: «Il concerto di Loredana Bertè previsto per il 9 agosto p.v. presso il “Beat Village di Rimini”, per gravi inadempienze contrattuali unicamente imputabili alla Dock Production Ltd., sarà annullato». La società si riserva, come annuncia, la possibilità di agire nelle competenti sedi giudiziarie per la tutela degli interessi suoi e della cantante, ed esonera la medesima da qualsiasi responsabilità.

Non è, questo, il primo concerto annullato per responsabilità della Dock Production Ltd. Prima della Bertè era stato il turno di Massimo Ranieri, Patty Pravo, Vinicio Capossela, Tony Hadley, Al Bano & Romina, Renzo Arbore. Ma cosa è successo, di preciso? Evento clou dell’estate riminese, il Beat Village aveva un calendario musicale di tutti rispetto: tuttavia, nessuno degli artisti (alcuni anche molto celebri) che si sarebbero dovuti esibire, è salito sul palco montato alla Darsena. Al Bano & Romina, in particolare, hanno denunciato la truffa muovendo pesanti accuse nei confronti dell’organizzatore del festival, Willer Dolorati, che – secondo le loro parole – non sarebbe stato intenzionato a pagarli.

«Abbiamo provato in tutti i modi ad andare sul palco per rispetto dei fan, ma quando è stato chiaro che, oltre a noi, nemmeno i tecnici e gli operai sarebbero stati pagati dagli organizzatori, abbiamo deciso di annullare il concerto», hanno fatto sapere i due con un video diffuso su Internet. Ma la replica di Dolorati non si è fatta attendere: «Il signor Al Bano Carrisi sapeva benissimo da tre giorni, ancora prima di partire da Cellino San Marco, che non avrebbe ricevuto l’intero cachet, pari a circa 95.000 euro. Ed era d’accordo, tanto che è venuto a Rimini, abbiamo pagato l’ospitalità per lui, le figlie e i 16 musicisti al Grand Hotel di Rimini e a quello di Riccione. Per lo show avrebbe ricevuto l’incasso delle prevendite, vale a dire 59.000 euro, più quello del botteghino. Poi, improvvisamente, ha disdetto», ha fatto sapere l’organizzatore.

Ora, ecco anche la rinuncia di Loredana Bertè. E la conseguente chiusura del Beat Village, come scritto sulla pagina Facebook dell’evento.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Loredana Bertè come Al Bano e Romina: concerto annullato (per tr...