Georgette Polizzi confessa: “Dovrò convivere con la malattia per sempre”

Georgette Polizzi è uscita dall'ospedale, ma continua a vivere il dramma della malattia

Georgette Polizzi torna a parlare della malattia che l’ha colpita e confessa che dovrà conviverci per sempre.

L’ex protagonista di Temptation Island è finalmente tornata a casa, dopo essere stata ricoverata in ospedale per circa un mese. Da quando i medici le hanno diagnosticato la sua patologia ha fatto molti miglioramenti, ma ciò non significa che il male che l’affligge sia scomparso. A svelarlo è stata lei stessa in un post su Instagram, in cui ha anche promesso ai fan – che chiama Pollini – che presto rivelerà qualcosa di più sulla sua malattia.

“Ufficialmente tornata nel mio mondo – ha scritto la stilista, postando una foto in cui è sorridente, seduta sulla sedia a rotelle -. E adesso devo solo tornare a spaccare i c**i! Come vi ho detto nelle storie appena avrò metabolizzato vi parlerò della malattia che ha deciso di impossessarsi di me con la quale dovrò convivere per la vita! – ha aggiunto –  Molte se ne sono dette, forse troppe, ma prometto che ve ne parlerò a cuore aperto per aiutare chi come me ne è vittima, per lanciare il messaggio che che con la forza di volontà si può tornare a volare!”.

Circa un mese fa Georgette Polizzi era stata ricoverata d’urgenza in ospedale nel reparto di neurologia. In seguito la situazione era precipitata e la giovane si era ritrovata su una sedia a rotelle, incapace di camminare e di muovere le gambe. Dopo lo sconforto iniziale, la stilista ha deciso di non arrendersi e, giorno dopo giorno, ha lottato per riprendere a camminare.

C’è riuscita, compiendo qualche passo, e ora spera di tornare nuovamente a camminare. I suoi progressi hanno spinto i medici a dimetterla dall’ospedale e ora Georgette Polizzi è tornata a casa insieme a Davide Tresse, il fidanzato che l’ha sempre sostenuta ed aiutata in questo percorso difficile e doloroso.

georgette-polizzi

Georgette Polizzi – Instagram

Georgette Polizzi confessa: “Dovrò convivere con la malattia pe...