Che fine ha fatto Fausto Brizzi

Dopo le accuse di molestie e i servizi de Le Iene, Fausto Brizzi si è chiuso nel silenzio. Ecco che fine ha fatto

Che fine ha fatto Fausto Brizzi? Dopo lo scandalo che l’ha travolto, il regista è finito in tribunale per difendersi dall’accusa di molestie sessuali ai danni di alcune ragazze.

Dopo mesi di indagini e di interrogatori, la Procura di Roma ha richiesto l’archiviazione delle denunce per violenza sessuale perché “il fatto non sussiste”. Tutto era iniziato lo scorso aprile, quando il regista era stato iscritto nel registro degli indagati in seguito ad alcune accuse gravissime. Il caso era nato dopo un servizio de Le Iene, in cui una decina di ragazze aveva raccontato di aver subito avances e approcci da parte di Fausto Brizzi nel suo loft romano durante quello che doveva essere un semplice provino.

Come comunicato dal legale del regista, Antonio Marino, all’Ansa, «Il gip di Roma Arturi, rigettando l’opposizione delle persone offese, ha emesso decreto di archiviazione delle accuse di violenza sessuale a carico di Fausto Brizzi». L’avvocato ha aggiunto: «Si chiude così definitivamente la vicenda relativa allo scandalo delle molestie apertasi con i servizi de Le Iene».

Solo alcune delle ragazze avevano scelto di denunciare Brizzi. In un caso, sono emersi alcuni sms in cui una delle vittime mostrava come fra i due ci fosse un rapporto di reciprocità.

Sulla questione era intervenuto anche Davide Parenti, creatore de Le Iene, che sul sito del programma ha annunciato nuovi servizi sulla questione e si è rivolto direttamente a Fausto Brizzi. “Se davvero ritiene di aver agito nella totale trasparenza e onestà, denunci Le Iene – ha spiegato l’autore dello show -, pretenda di essere risarcito da noi, non da chi non ha i mezzi né la forza per rispondere alla sua aggressione”.

“Riprenderemo a fare il nostro lavoro e ad approfondire di nuovo la questione – ha aggiunto -. Siamo pronti a portare davanti a un tribunale le dettagliate testimonianze che abbiamo raccolto […] Ci viene rimproverato d’aver fatto un processo mediatico a un uomo che in questi anni avrebbe abusato del suo potere per molestare un numero consistente di ragazze sottoponendole a un reiterato ‘copione’ (abbiamo 15 interviste a 15 ragazze diverse che raccontano tutte la medesima, triste storia)”.

Claudia Zanella, moglie di Fausto Brizzi e mamma di Penelope, aveva difeso il marito in una lettera aperta pubblicata sui giornali. La storia tra i due, però, è poi finita. Alcuni giorni fa, Brizzi è stato immortalato con l’ex campionessa di lancio del martello Silvia Salis.

Che fine ha fatto Fausto Brizzi