Corona in carcere sta male: l’allarme del chirurgo, la replica di Nina Moric

Giacomo Urtis, amico di Corona, lancia l'allarme riguardo lo stato di salute di Fabrizio e Nina Moric risponde a tono

Corona in carcere sta male? A lanciare l’allarme è l’amico chirurgo, che ha scatenato l’ira di Nina Moric.

Da diverse settimane ormai Fabrizio si trova in una cella di San Vittore, dove è tornato dopo che è stato sospeso l’affidamento terapeutico a causa di alcune violazioni delle regole del provvedimento. La decisione dei giudici ha scatenato un grande clamore, riportando nuovamente l’ex re dei paparazzi dietro le sbarre, dopo oltre un anno a casa.

Dal carcere Corona ha fatto sapere più volte di essersi pentito e di voler cominciare una nuova vita. Durante la prima udienza, in cui i legali hanno chiesto di riprendere l’affidamento terapeutico, Fabrizio ha lanciato un appello disperato. “Mi sono reso conto di aver fatto qualcosa che non andava bene – ha detto secondo quanto riportato da alcuni testimoni -, datemi un’altra possibilità”.

L’ex manager dei paparazzi ora rischia di rimanere in carcere sino al 2023 ed è comprensibile che si senta depressione e in ansia di fronte al possibile destino che l’attende. A puntare i riflettori sul suo stato di salute è stato Giacomo Urtis, chirurgo dei vip ed ex protagonista dell’Isola dei Famosi, che conosce da anni Corona. I due hanno un rapporto di amicizia e l’esperto di estetica ha affermato in un’intervista di essere molto preoccupato per l’ex di Belen.

“Liberatelo, potrebbe suicidarsi” ha detto lanciando un appello. Le sue parole hanno scatenato l’ansia e l’apprensione dei fan di Corona. Ma ben presto il chirurgo è stato smentito da Nina Moric, che ha risposto a tono ad Urtis, attaccandolo in un video sulle Stories di Instagram.

“Non credete a chi spara ca**ate tipo Urtis che dice che potrebbe suicidarsi – ha detto -. Sono ca**ate che dicono giusto per far parlare gli idioti”. Nei giorni scorsi Nina aveva spiegato che Fabrizio aveva la febbre, affermando però che non si trattava di nulla di grave. Nella struttura carceraria è seguito da uno psicologo che lo sta aiutando in questo periodo soprattutto dopo che i giudici hanno deciso che resterà in carcere.

Il Tribunale di Sorveglianza di Milano infatti in queste ore ha revocato l’affidamento terapeutico a Corona, accogliendo la richiesta della Procura generale. Fabrizio resterà in carcere e dovrà scontare anche i 5 mesi in cui ha usufruito del provvedimento precedente.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Corona in carcere sta male: l’allarme del chirurgo, la replica d...