Il dramma di Elena Sofia Ricci: “A 12 anni sono stata violentata”

Dopo anni di silenzio e dolore, Elena Sofia Ricci racconta per la prima volta la violenza subita quando aveva solo 12 anni

Elena Sofia Ricci racconta per la prima volta il suo dramma tenuto segreto per anni, svelando di essere stata violentata quando aveva solamente 12 anni.

L’orco che abusò di lei era un amico di famiglia con cui era andata in vacanza per volere della madre. Proprio per non ferire i sentimenti della donna, Elena ha tenuto nascosta la violenza per tutti questi anni e ha deciso di svelarla solo oggi che la madre si è spenta dopo una lunga malattia.

“Ora che mia mamma è venuta a mancare posso parlare con libertà – ha spiegato al settimanale Libero -: a 12 anni sono stata abusata. Non l’ho mai dichiarato prima perché purtroppo è stata mia madre a consegnarmi inconsapevolmente nelle mani del mio carnefice, mandandomi in vacanza con un amico di famiglia”.

Il 2018 è stato un anno particolare per Elena Sofia Ricci. L’attrice ha ottenuto numerosi riconoscimenti importanti, come il Premio Flaiano per il teatro e il Nastro D’argento come migliore attrice nel film Loro di Sorrentino. Se la carriera le ha regalato grandi soddisfazioni, nella vita privata la 56enne ha dovuto fare i conti con tanti dolori. Non solo la morte della madre, ma anche quella di due amici fraterni: Ennio Fantastichini e Fabrizio Frizzi.

Dopo aver subito il terribile abuso, quando aveva solamente 12 anni, Elena Sofia Ricci ha deciso di tacere, tenendo per sé questo segreto per 40 anni. “Nel mio caso si tratta di pedofilia – ha spiegato -, ma un abuso resta un abuso e nessun uomo ha il diritto di esercitare il proprio potere per violentare una donna, adulta o minorenne”.

La violenza ha lasciato segni indelebili sull’attrice, che ancora oggi è costretta a fare i conti con quel terribile episodio. “Quell’uomo è stato poi arrestato: altri l’hanno denunciato, perché non ero l’unica vittima – ha raccontato -. Purtroppo i casi come il mio sono molti e non tutte riescono a uscirne. Io stessa non ne sono ancora fuori del tutto: è come avere un imprinting, che non ti scegli, ma ti ritrovi addosso”.

Forte e coraggiosa, Elena Sofia Ricci ha detto la sua anche sul movimento Me Too: “Quando una bambina che diventa ragazza è fragile può arrivare a pensare di non meritarsi nulla e che deve vendersi – ha spiegato -. Non è sempre facile dire di no”.

Il dramma di Elena Sofia Ricci: “A 12 anni sono stata violentata...