Domenica In, Raz Degan si racconta senza filtri a Mara Venier

Raz Degan, ex modello, attore e regista ora cinquantenne, torna sul piccolo schermo dopo un anno e ripercorre tutta la sua storia insieme a Mara Venier

Raz Degan ritorna sul piccolo schermo dopo più di un anno di assenza con un’intervista a Domenica In. L’ex modello, ora cinquantenne, sembra avere lo stesso entusiasmo e genuinità che l’hanno sempre caratterizzato.

Nella prima parte dell’intervista, parlando dei suoi inizi e della gavetta è apparso molto timido e come ha detto lui stesso “Intimorito dalle telecamere, dal pubblico e dagli studi”. Insieme a Mara Venier ha ripercorso l’infanzia nel kibbuz in Israele, i primi anni a New York, dove ha iniziato come cameriere, fino al successo nel mondo della moda. Anche in quel periodo, nonostante fosse molto richiesto e avesse “Tutte le donne che voleva”, come ha ricordato la Venier, non ha perso la sua semplicità. I soldi, la fama e il successo non lo hanno mai interessato molto, ha ricordato come andasse ai party mondani solo perché era un modo per fare un pasto gratis.

Parlando delle sue origini e della famiglia ha ricordato in modo molto affettuoso la sua mamma, definendola “La donna più coraggiosa che conosco”, perché gli ha trasmesso la voglia di libertà e di indipendenza. Anche in merito ai rapporti d’amore, come ha ribadito, per lui è molto importante rispettare gli spazi dell’altro e crescere insieme: “Tutte le storie che ha avuto mi hanno permesso di diventare quello che sono”.

La sua vera personalità entusiasta e spirituale durante l’intervista viene fuori solo quando parla dei suoi ultimi lavori, in particolare del film del 2017 L’ultimo sciamano, prodotto da Leonardo Di Caprio. A questo proposito si è lasciato andare a un monologo molto energico durante il quale ha dichiarato di non aver mai sofferto di depressione: “Non tutti devono stare per forza male, la solitudine ti fa crescere, ti fa sentire, non mi piace stare troppo comodo e sentirmi arrivato, è la routine che mi uccide. A volte si ha paura, ci sono dei momenti meno belli, ma sono quelli che ti fanno entrare in contatto con te stesso, con il creatore e con la creatività”. Anche la conduttrice Mara Venier è rimasta spiazzata da questo suo breve monologo: “Ora finalmente riconosco il vero Raz”.

L’ex modello ha poi espresso tutto l’orgoglio che prova per quel progetto: “Immagina di essere in Amazzonia a girare un film e poi vederlo proiettato a Hollywood” e ancora “Ho fatto delle cose che amo e altre più commerciali (il riferimento all’Isola e a Ballando con le Stelle) sono orgoglioso di condividerle. Sono un uomo fortunato, perché ho potuto viaggiare tanto, meno male che c’è ancora un mondo diverso da vedere. Per me la vita è un percorso e non mi sento ancora arrivato”.

Lo stesso vale per i documentari girati con Luca Argentero, Piero Pelù e Asia Argento tra le tribù indigene: “Gli ho fatto vivere un’esperienza che non dimenticheranno mai”. A questo proposto il collega Luca in un videomessaggio gli ha dedicato un ringraziamento meraviglioso: “Se non avessi conosciuto te non mi sarei mai imbarcato in determinate avventure, quindi grazie perché mi hai insegnato a essere ancora più coraggioso. Ammiro molto la tua libertà d’animo, di cuore e di pensiero”.

Non è potuto mancare il riferimento all’ex compagna, Paola Barale, dato che proprio la “Zia Mara” gli ha fatto notare, in riferimento alla partecipazione all’Isola: “Ma scusa hai ringraziato i paguri, il sole, la luna e non Paola che si è fatta un bel viaggio per vederti?”.  Raz però si è limitato a dire “Sicuramente è il mio amore più grande e una parte importante della mia vita”.

L’ex modello e attore appare quindi soddisfatto e sereno, ancora in forma a cinquant’anni ma sembra che ancora non pensi alla paternità “Forse tra vent’anni”, come ha dichiarato in un’intervista precedente.

Domenica In, Raz Degan si racconta senza filtri a Mara Venier