Domenica In, Giovanna Botteri si commuove dalla Venier: “Provo molta solitudine”

Ospite di Mara Venier, l'inviata Giovanna Botteri ha confessato a Mara Venier il suo stato d'animo attuale e quello nel corso dei mesi a Pechino

Continuano gli appuntamenti con Domenica In: nel corso del programma condotto da Mara Venier si alternano sempre momenti di divertimento e di approfondimento, per un intrattenimento sano che vede, per altro, il contributo di tanti ospiti brillanti che arricchiscono lo show con i loro interventi. Tra questi uno dei più significativi dell’ultima puntata è stato quello della giornalista Giovanna Botteri.

La giornalista, inviata a Pechino per il TG1, è stata intervista da un’inarrestabile Mara Venier che, con tanto di piede rotto, ha dato vita a un momento davvero intenso. La Venier ha iniziato chiedendo alla Botteri come ha vissuto gli ultimi difficili mesi in Cina e la giornalista non ha nascosto le sue paure:

All’inizio è stato uno shock. Pensa, è cominciato qua per primo e improvvisamente ci hanno detto che tutto si doveva fermare. E tutto si è fermato. È stato un momento: tutto chiuso, non trovavi da mangiare, tutti barricati in casa. Io ho fatto l’inviata di guerra, ma lì posso dirti che si sapeva da dove il “nemico” arrivava, dove potevi nasconderti. Qui invece non si sapeva niente.

A cuore aperto, Giovanna Botteri ha confessato alla Venier le difficoltà di vivere lontana dalla sua famiglia in un momento simile, anche per problemi strettamente legati alla comprensione di ciò che lei stava attraversando:

In Italia era tutto normale, era complicato spiegare ciò che accadeva. Non capivano. Quando è successo in Italia mi capivano, ma ormai ero io ad avere paura. avevo mia figlia sola, chiusa in casa a Roma. Ero impotente, non potevo far niente.

Per alleggerire il momento, Mara ha poi mandato un dolce video riguardante gli esordi di Giovanna. Insieme hanno concordato nel dire che nonostante il lavoro in video sia, spesso, difficoltoso, c’è un grande significato dietro ciò che entrambe fanno. Un significato spiegato alla perfezione dalle parole della Botteri:

Siamo tutti uguali, questo è quello che si scopre lavorando in video. Quello che facciamo è raccontare. E bisogna continuare a raccontare perché si trasmette un senso di uguaglianza, siamo tutti sullo stesso piano, tutti felici, infelici, spaventati, tristi. Siamo tutti la stessa cosa. Per questo noi che andiamo in video dobbiamo raccontarlo, dobbiamo trasmetterlo.

Infine, dopo il ricordo della giornalista e collega Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, operatore e fotoreporter, i quali hanno perso la vita in servizio, la Venier ha fatto alla giornalista una domanda spinosa: le ha chiesto se si sentisse sola. Commossa, la Botteri ha rivelato:

Sì, provo molta solitudine. Ed è una solitudine che purtroppo si trasmette a chi sta lontano. Ma paradossalmente questo ti lega di più agli affetti, che diventano ancora più forti. Resta il senso dell’amore, del legame che va al di là delle distanze. Forse quello che abbiamo vissuto è stato simile a ciò che provo io ogni giorno, essere legati a chi ti sta accanto, seppur senza toccarlo.

Insomma, nonostante questo sentimento malinconico, la Botteri è riuscita a mandare un messaggio dolcissimo, ricordando che l’amore e gli affetti vanno oltre a qualsiasi difficoltà. E possono rendere più facile qualsiasi situazione.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Domenica In, Giovanna Botteri si commuove dalla Venier: “Provo m...