Overdose per Demi Lovato, la sua vita schiava delle dipendenze

La cantante Demi Lovato è stata ricoverata a Los Angeles per sospetta overdose. A soli 25 anni, la sua vita è già stata segnata da vari ricoveri in rehab e tentati suicidi

La cantante ed ex bambina prodigio Demi Lovato è stata ricoverata per sospetta overdose a Los Angeles. Al momento, le sue condizioni sono stabili e Demi ha vicino la sua famiglia. Un comunicato ufficiale diramato dallo staff della cantante riporta:

Demi è sveglia e con accanto la sua famiglia, che vuole ringraziare tutti per l’amore, le preghiere e il sostegno. Alcune delle informazioni riportate non sono corrette ( riferendosi alla notizia riportata da TMz di overdose da eroina, ndr). Chiediamo rispettosamente privacy e di evitare speculazioni, poiché la sua salute e il suo recupero sono la cosa più importante in questo momento.

La pop star, nata ad Albuquerque, in Nuovo Messico, il 20 agosto 1992, da una famiglia di origini messicane, irlandesi e italiane, non è la prima volta che viene ricoverata: nel corso della sua carriera è finita in rehab più volte per curare i suoi disturbi alimentari e le dipendenze alcol e droga. E a febbraio 2012 c’era stato un tentato suicidio.

Pochi giorni fa il Daily Mail aveva riportato la notizia che Demi, da poco uscita dall’ennesimo ricovero in una clinica per la riabilitazione dalle dipendenze, era stata vista uscire barcollante e ubriaca da un locale di Hollywood.

E pensare che solo il mese scorso la cantante aveva pubblicato il singolo “Sober”, in cui si scusava per aver rotto, dopo sei anni, il suo voto di sobrietà. E a giugno aveva postato una sua bella foto in primo piano, con la didascalia: “Libera e felice”.

Evidentemente, la sua vita continua a scorrere in bilico tra periodi di sobrietà e altri di ricadute.

Una vita di bambina prodigio molto diversa da quella di tante sue coetanee: l’esordio a soli 7 anni con la serie Barney & Friends, il grande successo nel 2008, a 16 anni, con il film Disney Camp Rock, in cui interpretava la protagonista al fianco di Joe Jonas dei Jonas Brothers. Poi 5 album prodotti tra il 2008 e il 2017: “Don’t Forget”, “Here we go again” (2009), “Unbroken” (2011), “Demi” (2013), “Confident” (2015) e “Tell me you love me” (2017).

In mezzo l’esperienza come giurata a X Factor Usa per due edizioni successive, nel 2012 e 2013, il ricovero nel 2011 per problemi legati all’alimentazione a comportamenti autolesionistici (ai tempi aveva detto: “La rehab mi ha salvato la vita. Ho imparato ad essere forte e sana, anche lottando duramente. Ho imparato ad accettare i miei problemi e a condividerli con gli altri”) e il tentato suicidio a febbraio 2012.

L’ex fidanzato e grande amore di Demi, Wilmer Valderrama, con cui è stata fidanzata dal 2010 al 2016 e che le era stato accanto in molti momenti difficili della sua vita, si è detto devastato da questa nuova brutta notizia: “Vederla ora così vulnerabile gli spezza il cuore”, ha detto una fonte.

Moltissimi i messaggi di solidarietà di fan e colleghi: da Ariana Grande a Lady Gaga, da Joe Jonas, altro suo ex, a Kesha, Ruby Rose, Meghan Traynor, Bruno Mars e Clean Bandit, tutti pregano per lei, sicuri che la sua forza la salverà ancora. E che Demi ne uscirà più “grande” di prima.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Overdose per Demi Lovato, la sua vita schiava delle dipendenze