Chi è Nicoletta Braschi, la moglie di Roberto Benigni

L'attrice e produttrice è nata a Cesena nel 1960 e ha conosciuto il famosissimo marito quando, appena ventenne, studiava recitazione a Roma

Nicoletta Braschi, moglie di Roberto Benigni, è attrice e produttrice. Nata a Cesena nel 1960, appena ventenne si è trasferita a Roma per frequentare l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica. La sua carriera di attrice ha avuto inizio con il teatro. Tra gli spettacoli degni di nota quando si parla dei suoi esordi è possibile citare Tutti al Macello Novelle Esemplari.

Nel 1983 è iniziato il sodalizio artistico con Benigni. Il primo film che li ha visti recitare assieme è la pellicola Tu mi Turbi, nella quale lei interpreta il ruolo della madre di Gesù. Il loro primo incontro, come rivelato dalla Braschi stessa, risale però al 1980. Ai tempi lei aveva solo vent’anni e Benigni, già amatissimo dal pubblico, otto in più.

La scintilla è scoccata fin da subito e, come confessato sempre dall’attrice durante un’intervista, è cresciuta grazie agli interessi in comune legati al cinema – lui si recava a prenderla alla fine delle lezioni in Accademia per andare assieme a vedere un film praticamente tutti i giorni – e ai libri.

Il 26 dicembre 1991 Nicoletta Braschi e Roberto Benigni si sono sposati in gran segreto nella città natale di lei. La cerimonia si è svolta in un convento di suore – ai tempi questa scelta destò grande sorpresa vista la nota irriverenza dell’attore e regista – e ha rappresentato una delle più importanti tappe di una storia d’amore tra le più solide del mondo del cinema. Roberto Benigni non ha infatti mai fatto mistero del forte sentimento che prova per la consorte, arrivando per esempio a dedicarle il David di Donatello alla carriera ricevuto nel 2017.

Tornando alla Braschi – figlia di un direttore di Confartigianato molto appassionato di tennis – e alla sua carriera di attrice, citiamo la partecipazione a film come Johnny Stecchino Il Mostro ma soprattutto il ruolo di Dora ne La Vita è Bellaconsiderato il capolavoro assoluto di Roberto Benigni.

La donna, che ha vinto un David di Donatello come attrice non protagonista per il film di Virzì Ovosodo, avrebbe dovuto studiare recitazione a New York. La consorte di Roberto Benigni ha infatti svelato che all’inizio degli anni ’80 era stata ammessa a una prestigiosa scuola della Grande Mela (quella fondata dall’attrice teatrale Stella Adler).

A quanto pare, decise di rifiutare perché le sarebbe risultato difficile lavorare in una lingua diversa dall’italiano. Questa scelta le ha cambiato la vita e l’ha portata a preferire la più vicina Roma, città grazie alla quale hanno avuto inizio sia la sua carriera, sia l’amore per uno dei mattatori più importanti del cinema italiano.

Chi è Nicoletta Braschi

Nicoletta Braschi – fonte: Getty Images

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Chi è Nicoletta Braschi, la moglie di Roberto Benigni