Ballando, De Girolamo e Todaro (di nuovo) contro la giuria. È polemica

Dopo l'esibizione dell'ex ministra, la giuria non si risparmia con i commenti. E Todaro replica duramente

Ancora polemiche a Ballando con le Stelle. Nemmeno in semifinale c’è pace alla corte di Milly Carlucci.

Protagonista di un caloroso confronto-scontro con la giuria, ancora una volta, è la coppia formata da Nunzia De Girolamo e Raimondo Todaro, i più combattivi, anche a parole, tra i concorrenti di questa edizione del dance show di RaiUno.

I due si esibiscono in un tango e al termine della performance sorridono soddisfatti. Questo prima di ascoltare i giudizi della giuria. Inizia a dire la sua un velenoso Mariotto che non è di certo tra i fan della coppia. Già durante l’esibizione della prima semifinale, al termine della loro samba, aveva commentato un po’ sprezzante:Lei, proprio, non ce la fa”.

Durante la diretta della seconda semifinale, ha ribadito e approfondito il concetto:

Nunzia la trovo pesante, sembra che pesi un quintale quando si appoggia a Raimondo. È ordinaria, ecco.

I due ballerini, allora, scattano piccati. In particolare l’ex ministra, che si sente offesa da un giudizio non strettamente tecnico. Così risponde:

Caro Mariotto sappi che non tutte le donne in Italia nascono con il talento di Carla Fracci o sono magrissime, ma comunque vivono bene e sono felici lo stesso. È bello avere il coraggio di dire quello che si pensa, ma basterebbe non offendere.

Mariotto, apparentemente, cerca di spiegarsi, concretamente riesce nel non facile intento di rincarare la dose:

Guarda, me lo diceva pure mia madre l’altro giorno: Nunzia è ordinaria, non ce la fa, non ce la farà mai.

La De Girolamo è visibilmente innervosita e a questo punto, a sostegno di Nunzia interviene, con una certa energia, anche Raimondo Todaro, che non accetta un giudizio che ritiene non centrato sulla performance. E a chi li accusa di essersi scelti i ruoli della ‘populista’ (Nunzia con il suo riferimento in difesa delle curvy) e del polemico (Todaro che non le manda a dire), e ricorda loro che non sono lì per giudicare ma per farsi giudicare, il maestro di ballo risponde:

Io sono un giudice internazionale nella vita. Ventiquattro ore fa, su questo stesso palco, quando abbiamo portato la samba, sono stato io il primo a dire che non era un ballo adatto a Nunzia, questa volta però non è un giudizio tecnico. Mi dite che mi apprezzate anche perché sono onesto, e io vi dico quello che penso.

A quel punto arriva l’accusa dalla giuria, lanciata da Fabio Canino, ma sono tutti d’accordo:

A me pare che tu fai polemica sempre quest’anno perché hai capito che funziona. Ma guarda che dopo un po’ il pubblico si annoia e non funziona più. Siamo alla fine, non hai più bisogno di queste cose.

Ma la polemica non si spegne. Nunzia invita i giudici ad andare sui social per capire che il pubblico sostiene i ballerini e si sta stufando dell’atteggiamento degli stessi contro la coppia, e Todaro non ci pensa proprio a tendere la mano in segno di pace, anzi rilancia:

Noi siamo tranquilli, ma non potete stuzzicare il can che dorme una, due, cinque, sette volte e pensare che prima o poi non si svegli…

E infatti, Nunzia e Raimondo, una volta svegliati, hanno fatto vedere ancora una volta i denti alla giuria.

Ballando, De Girolamo e Todaro (di nuovo) contro la giuria. È po...