Chi è Arianna Rapaccioni, la moglie di Sinisa Mihajlovic

Arianna Rapaccioni è la moglie, bellissima ed elegante, che da oltre vent'anni è accanto a Sinisa Mihajlovic

Arianna Rapaccioni è una famosa showgirl, ma è nota soprattutto per il lungo legame con l’allenatore di calcio Sinisa Mihajlovic, spezzato dalla sua scomparsa nel dicembre del 2022.

Chi è Arianna Rapaccioni

Arianna Rapaccioni è nota al grande pubblico per la sua carriera da soubrette: occhi azzurri e sorriso dolcissimo, aveva esordito sul piccolo schermo in Luna Park, show condotto da Fabrizio Frizzi, ed era stata protagonista di altre trasmissioni di successo, come Quelli che il calcio.

L’incontro tra l’ex soubrette e Sinisa Mihajlovic è avvenuto nel 1995, quando lei aveva appena vent’anni. I primi sguardi in un ristorante al Gianicolo, poi una storia travolgente che ha portato a coronare il loro sogno d’amore con le nozze e la nascita di ben cinque figli: Viktorija, Virginia (che li ha resi nonni nell’ottobre del 2021), Miroslav, Dushan e Nicholas. “Io pensavo che non mi sarei mai sposato e invece appena l’ho vista è la prima cosa che ho pensato e a quanto sarebbero stati belli i nostri figli“, aveva raccontato a Verissimo l’allenatore.

Per amore della famiglia abbandonò il piccolo schermo ed è rimasta sempre al fianco del marito, condividendo con lui gioie e dolori.

“Mi dispiace che a volte passi per una persona dura – aveva rivelato lei qualche tempo fa al Resto del Carlino -, lo è solo nel senso di tosto. In realtà è un generoso, solo che non gli piacciono le smancerie e a volte da fuori non si capisce. Ma mi lasci dire una cosa: non potevo desiderare un marito e padre per i miei figli migliore di lui”.

E anche Mihajlovic ha sempre avuto parole d’amore per la moglie: “Arianna è fondamentale per me – aveva rivelato in una delle sue rarissime interviste -. Senza di lei non sarei l’uomo che sono. […] Mi ha riempito il cuore e regalato la serenità: mi ha permesso di costruire la nostra famiglia, se ne è presa cura, permettendomi di dedicarmi al lavoro, sapendo sempre che c’era lei con i bambini, che crescevano bene, che il campo poteva darmi gioie o delusioni, ma alla fine della giornata avevo sempre la mia isola felice dove poter tornare. Ed è grazie a lei se ho smussato qualche lato del mio carattere”.

Arianna Rapaccioni, la vicinanza a Sinisa Mihajlovic durante la malattia

Insieme Sinisa e Arianna hanno dovuto lottare contro la leucemia, che li ha separati dopo 27 anni d’amore. L’allenatore è infatti scomparso nel dicembre del 2022, all’età di 53 anni, lasciando un vuoto incolmabile nel cuore della soubrette.

È rimasta accanto a lui durante la battaglia contro la malattia, senza mai abbandonarlo: era al suo fianco quando Mihajlovic annunciò per la prima volta di dover affrontare la sfida più difficile della sua vita, ed è rimasta anche quando la malattia è tornata: “Ha dormito su una sedia ogni notte per stare vicina a me”, aveva confessato l’ex calciatore a Silvia Toffanin. “Abbiamo voluto mostrarci positivi l’uno per l’altro, a costo di far finta di niente”, aveva rivelato la Ripaccioni nel corso della stessa intervista a Verissimo.