Annalisa, i segreti di stile di un’icona che muove le folle

Intervista alla cantautrice Annalisa: adora le scarpe comode col tacco non troppo alto e i look grintosi. Non è scaramantica ma sul palco porta con sé qualcosa di una persona cara

Annalisa Scarrone, un concentrato di musica al top e grinta. Da quando ha partecipato ad Amici la sua carriera è stata tutta in ascesa. A soli 33 anni ha collezionato numerosissimi premi e riconoscimenti, ha partecipato al Festival di Sanremo quattro volte. Quest’anno è arrivata terza con il brano, Il mondo prima di te. Il suo sesto album di inediti Bye Bye è un grande successo, come il tour che la vede impegnata fino a settembre. I suoi concerti fanno il tutto esaurito, i fan impazziscono letteralmente per lei. E il suo profilo Instagram conta quasi un milione di follower.

Ma Annalisa non domina solo le classifiche, è una vera e propria icona di stile creando per sé look originalissimi che sono diventati fonte d’ispirazione per tutte le ragazze. La cantautrice ci ha rivelato alcuni dei suoi segreti.

La tua è un’estate ricca di impegni: fra poco parteciperai al Gravity Pop Festival, ci racconti di questa esperienza?
Al Gavity Pop Festival il 12 luglio porto il mio Bye Bye Live con il quale sono in tour fino a settembre. Lo spettacolo dura quasi due ore. Ci saranno momenti emozionanti, intimi ma soprattutto ci si divertirà tantissimo. Il mio scopo è proprio quello di far star bene la gente.

Fra poco sarà il tuo compleanno [Annalisa è nata il 5 agosto 1985 ndr] lavorerai anche quel giorno?
A dir la verità no. Mi riposerò, ma non ho ancora fatto progetti speciali.

Come è cambiata la tua vita dai tempi di Amici?
Oggi come cantautrice lavoro a tempo pieno. Anche se il mio non è un mestiere abitudinario, ogni giorno faccio qualcosa di diverso. Dopo Amici molte cose si sono stabilizzate. Io stessa sono cambiata. Sono più forte, più consapevole. Mi sento più tranquilla. Questo non significa che è meno emozionante salire sul palco, ma sono più sicura di me, mi sento più adeguata, più forte appunto in quello che faccio.

È più divertente partecipare al Festival di Sanremo o al Gravity Pop Festival?
Sono due cose completamente diverse. Sanremo è una manifestazione a livello nazionale e anche oltre. È molto emozionante e sai che è un trampolino di lancio. Il brano che ho portato quest’anno, Il mondo prima di te,  può essere considerato la colonna sonora di Annalisa, è un tutt’uno con me. Il Festival ti dà un carico emotivo pazzesco.
Invece con Gravity non raggiungi un pubblico così vasto, non tutti gli italiani ti guardano, ma è un’occasione per raccogliere quello che semini. È un modo per celebrare il tuo lavoro, per stare in contatto con la gente e farla divertire. Sicuramente ti rilassi di più.

Oggi sei un punto di riferimento per le ragazze, anche in fatto di look: cosa non deve mai mancare nel tuo armadio?
Scarpe comode col tacco non troppo alto. Sono perfette per un look grintoso e in più non devi soffrire. Io di solito non seguo le tendenze. Mi piace costruire i miei outfit mischiando le cose. Per me conta personalizzare lo stile, altrimenti mi sento come mascherata. La moda sicuramente è una mia passione, ma quello che conta di più per me è l’originalità.

Altro elemento distintivo sono i tuoi capelli rossi, puoi svelarci qualche di bellezza?
A dir la verità in questo periodo è molto difficili curarli. Di certo però non li lavo con lo shampoo che trovo in albergo.

Di solito ti trucchi da sola o preferisci affidarti a un make up artist?
Preferisco truccarmi da sola, per evitare quell’effetto “maschera” di cui parlavamo prima. Meglio un trucco semplice che rispecchi me stessa. Anche se mi piace farmi truccare, ma solo da una mia amica make up artist che mi conosce bene.

Quando sali sul palco hai un oggetto o un accessorio scaramantico che porti sempre con te?
Non sono scaramantica. Però mi piace avere con me qualcosa di qualcuno a cui tengo. Per esempio l’orologio di mio padre o il braccialetto che mi ha regalato un’amica. Non sono portafortuna, ma oggetti di persone care che porto con me.

Hai una laurea in fisica: c’è qualche legame tra questa scienza e la musica?
Sì, certo: la creatività. Magari non è così evidente ma la fisica e le scienze in generale sono molto creative, specialmente quando devono descrivere fenomeni di cui non si hanno ancora teorie consolidate.

Progetti per il futuro?
Fino a settembre sono impegnata con il tour. Poi uscirà un nuovo singolo, ma ancora non so quando e cosa….Molti progetti bollono in pentola per il prossimo autunno.

Annalisa, i segreti di stile di un’icona che muove le folle