Verdura e frutta al supermercato: come scegliere

Non solo carne scaduta, ma anche frutta, verdura e altri prodotti: alcuni supermercati disonesti commettono il reato penale di rimettere in vendita prodotti scaduti, spacciandoli per freschi.

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Non solo carne scaduta, ma anche frutta, verdura e altri prodotti: alcuni supermercati disonesti commettono il reato penale di rimettere in vendita prodotti scaduti, spacciandoli per freschi. Oltre ad costituire una grave truffa, si tratta di un’azione che può danneggiare il consumatore a livello di salute. Per fortuna, però, tutelarsi è possibile. Oggi vedremo come fare!

Vendita di cibi scaduti al supermercato: ecco come tutelarti

Prima di vedere come tutelarsi dalla vendita dei cibi scaduti attuata da alcuni supermercati disonesti e portata recentemente all’attenzione dei consumatori da un noto programma televisivo, occorre precisare che questa cattiva pratica non riguarda assolutamente tutti i punti vendita, ma solo alcuni. Ne bastano pochi però per far accrescere la sfiducia nei consumatori.

Prestare attenzione sempre e comunque è un bene: come dice il proverbio “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”.

È importante sapere cosa fare per evitare l’acquisto di merci scadute, soprattutto preconfezionate, perché, oltre alla perdita di denaro, ne va anche della salute. Consumare cibi marci oppure avariati non fa certo bene e potrebbe esporti ad antipatiche conseguenze. Detto questo, vediamo come fare per evitarlo.

Prodotti confezionati: a cosa fare attenzione

Ti è mai capitato di comprare della bellissima frutta in sacchetto oppure delle fragole pre-confezionate e, il giorno seguente (o peggio il giorno stesso!) al momento dell’apertura, trovare dentro molti frutti rovinati? Beh, se ad un controllo del personale incaricato qualche frutto avariato può sfuggire, se questo capita spesso dovrebbe invece farti riflettere sul fatto che forse non si tratti di un’errore ma di un’abitudine consolidata del supermercato.

Ebbene si, perché le confezioni già pronte per l’acquisto prodotte dal supermercato potrebbe nascondere alcune insidie: per vendere il più possibile ed evitare ogni spreco, i frutti ormai deteriorati potrebbero essere nascosti alla vista a danno del consumatore.

Quindi, per evitare e contrastare queste tecniche di vendita a danno del cliente, prediligi sempre l’acquisto di frutta e verdura sfuse, non confezionate. Esattamente come facevano le nostre nonne e come fanno ancora oggi molti consumatori.

Potrai toccare con mano la qualità di ogni singolo prodotto, dopo averlo controllato personalmente: ricorda inoltre che i prodotti già confezionati hanno un costo più elevato rispetto al prodotto sfuso e, come se non bastasse, generano anche una maggiore quantità di rifiuti di plastica.

Evitare questo tipo di acquisti ti offrirà dunque tantissimi vantaggi:

  • Ti assicuri prodotti migliori
  • Consumerai ogni singolo etto di ciò che compri (evitando di buttare via frutta e verdura ormai appassite)
  • Riduci i rifiuti di plastica
  • Spendi molti di meno

Questo vale non solo per la frutta, ma anche per le patate, l’insalata, le cipolle e tutti quei prodotti che puoi acquistare sfusi (fra i quali ricordo anche la carne ed il pesce) scegliendoli e pesandoli personalmente.

I prodotti già confezionati ti fanno risparmiare del tempo, lo so: ma non è meglio perdere 10 minuti in più al supermercato per il bene della nostra salute?

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Verdura e frutta al supermercato: come scegliere