Vaporiera: come sceglierla e come usarla al meglio

La vaporiera è uno strumento molto utile per la tua cucina e ti consente di preparare piatti gustosi, ma leggeri, senza uso di condimenti grassi.

Simona Bondi Esperta di risparmio Da sempre sono appassionata del mondo del risparmio: trovare offerte e modi per risparmiare è la mia filosofia di vita.

La vaporiera è uno strumento molto utile per la tua cucina e ti consente di preparare piatti gustosi, ma leggeri, senza uso di condimenti grassi. Oltre ad essere la soluzione ideale per chi vuole perdere peso e mangiare sano, si rivela anche molto pratica e permette di risparmiare moltissimo tempo in cucina. Ma come scegliere la vaporiera e perché conviene averne una? Vediamolo subito!

Vaporiera: perché conviene

La vaporiera è un piccolo elettrodomestico utilizzato per la “cottura a vapore” che consente di cucinare cibi ricchi di gusto con pochi grassi, mantenendo le proprietà nutrizionali intatte, e perché no, anche di risparmiare denaro sull’acquisto di olio, burro, margarina.

È sufficiente versare l’acqua nell’apposito serbatoio, impostare il timer, la temperatura ed attendere che pesce, verdure, uova e carne siano cotti a puntino. Le vaporiere hanno dei costi contenuti accessibili a tutti: si parte dai 25€ fino ai 60€ di media.

Molte vaporiere ti permettono di utilizzare la cottura a castello, impilando più vaschette una sull’altra: questo consente di ottimizzare i tempi di cottura ed il consumo di gas o di elettricità per i modelli elettrici.

Oltre al tempo ed al risparmio di denaro, occorre tenere conto che il cibo cotto a vapore è più sano, digeribile, leggero e si adatta a molteplici esigenze alimentari. Fatte queste premesse, vediamo insieme come scegliere la vaporiera!

Guida alle diverse tipologie

In commercio è possibile trovare numerose tipologie di vaporiere: da quella classica utilizzabile sul piano cottura, a quella elettrica e quella dedicata alla cottura a vapore del pesce a quella utilizzabile nel microonde.

Vaporiera per microonde

Per chi ama la semplicità ed è sempre di corsa, la vaporiera per microonde è la soluzione ideale: permette di cucinare quello che desideriamo (dalla carne, alle verdure, al pesce) in pochissimo tempo, con meno calorie ed in modo salutare.

Generalmente è realizzata in un materiale plastico idoneo all’utilizzo nel microonde ed è composta da due scomparti ed un coperchio: nel ripiano inferiore va inserita l’acqua che permetterà agli alimenti di cucinarsi, mentre nello scomparto superiore va inserito il cibo che desideriamo cuocere.

Per avviare la cottura dovremo quindi: inserire l’acqua, la nostra pietanza, chiudere il coperchio ed avviare il ciclo di cottura in microonde.

I prezzi di una vaporiera per microonde sono molto contenuti (intorno ai 15€ di media) e possono variare a seconda della forma, della capacità e del marchio che li produce.

L’acquisto di questo tipo di vaporiera è indicato per chi non ha molto spazio in cucina ed ha già dimestichezza con la cottura al microonde: di contro, non possiamo cuocere in un’unica volta grandi quantità di cibo. Questa potrebbe essere una limitazione in caso di famiglie numerose.

Vaporiera elettrica

Le vaporiere elettriche sono fra le più gettonate del momento. Sono estremamente pratiche in quanto dotate di programmi e spegnimento automatici, oltre alla possibilità di cuocere più pietanze contemporaneamente, riducendo così i tempi in cucina.

Generalmente sono dotate di protezione contro surriscaldamento e di suono acustico per avvisare del termine del ciclo di cottura. Inoltre, i vari componenti removibili utilizzati per la cottura possono essere generalmente lavati in lavastoviglie.

I modelli di vaporiera elettrica a più cestelli sono perfetti per cuocere grandi quantità di cibo e per le famiglie numerose.

Vaporiera per piano cottura

Per chi predilige la preparazione di pranzi e cene sul classico piano cottura della cucina, la soluzione ideale sono le pentole per la cottura al vapore composte da 3 pezzi: la pentola (dove andremo ad inserire l’acqua per la cottura), il cestello (dove andremo ad inserire i cibi da cuocere) ed il coperchio.

Il metodo di cottura al vapore con questa pentola è davvero semplicissima: basta inserire 2/3 dita di acqua nella pentola, il cibo da cuocere nel cestello apposito, coprire con il coperchio ed avviare la cottura.

Vaporiera per pesce

Esistono poi le vaporiere dedicate alla cottura del pesce: oltre a dimezzare i tempi di cottura, mantengono inalterate le preziose proprietà del pesce. È importante sceglierle di forma rettangolare e di grandezza abbastanza ampia da contenere un pesce intero.

Ovviamente, oltre al pesce, potrai cuocere e preparare anche tutte le altre pietanze.

Vaporiera: guida alla scelta

Sono diversi i fattori di cui tenere conto quando devi scegliere una vaporiera. Primo tra tutti le dimensioni e la capienza: è inutile acquistarne un modello piccolo se in famiglia siete in molti!

Il mercato offre vaporiere di ogni tipo, dalla più tecnologica alla più basic. Se non hai molta dimestichezza con display digitali, cotture personalizzate e multi-funzioni è meglio scegliere un modello più semplice.

Se invece vuoi effettuare un acquisto al passo con le ultime tecnologie, avrai moltissime opzioni: display touch, timer automatici, cotture pre-selezionate, programmi di cottura differenti a seconda del cibo e molto altro ancora. Molte vaporiere hanno anche l’infusore di aromi e la funzione di tenuta in caldo.

Oltre a questo non si può prescindere dai consumi e dalla potenza dell’elettrodomestico. Valuta bene sia la classe energetica, sia i watt impiegati. Le vaporiere a bassa potenza fanno spesso rumore e allungano notevolmente i tempi di cottura. Un modello ottimale parte, in generale, da una potenza superiore a 700 watt.

Un altro fattore di cui tenere quando devi scegliere una vaporiera è la presenza e la quantità di accessori inclusi. A tal proposito sono molto pratici e comodi: la vaschetta per il riso, l’appoggio per le uova, bicchieri per dolci ed un ricettario.

Infine, ecco altri aspetti da non sottovalutare:

  • La lunghezza del cavo, per evitare l’uso di prolunghe;
  • Il tipo di timer (manuale o automatico);
  • La possibilità di impostare un programma veloce;
  • L’integrità dell’imballaggio;
  • La garanzia offerta dal venditore/produttore.

Prestando attenzione agli aspetti che ti ho illustrato in questa breve guida alla scelta, comprerai una vaporiera conveniente e con buone prestazioni, che ti consentirà di portare in tavola alimenti salutari e con tutte le proprietà nutritive.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Vaporiera: come sceglierla e come usarla al meglio