Perché con l’età ho iniziato ad apprezzare l’animalier

Al grido di "maculiamo il mondo" ecco nove proposte shopping tigrate, leopardate, maculate, alle quali non potrete dire di no

L’Amica Speciale Semplicemente #unadivoi

Devo ammetterlo: da giovane ho sempre perculato abbastanza chi si vestiva maculato. Donne tigresse, le chiamavo io screanzata che non ero altro. Poi sono entrata negli anta, e la mia visione delle stampe animalier è cambiata: me ne sono letteralmente innamorata. E sì perché personalmente ne faccio una questione di età, non me lo spiego altrimenti. Un po’ come quando tua madre ti dice: «Un giorno capirai», e arriva quel fatidico giorno in cui cominci a capire. Comunque, tornando a noi e all’animalier, come vi dicevo ora mi piace da impazzire. Tigrato, leopardato, zebrato, ghepardato, posso inventarmi anche i termini giaguarato e giraffato? L’importante è che sia maculato.

Una regola però me la sono data: non esagerare. Poi, ciascuna è libera di fare come vuole, ma l’eccesso non appartiene alla mia visione attuale della vita (poi chissà, sono dell’idea che solo gli sciocchi non cambiano mai idea). Quindi dico no al look total animalier perché il mio obiettivo non è sembrare Nicki Minaj né tantomeno la zia Assunta de La Tata. Preferisco puntare su un dettaglio, come una scarpa leopardata abbinata a un pantalone a sigaretta, un maglione tigrato abbinato a un jeans o una giacca animalier indossata su un outfit monocromatico. Bene, adesso vi mostro cosa ho comprato e cosa vorrei comprare. Pronte via. Roar.

ABITO

Questo abito è semplicemente super: è femminile ma al tempo stesso ha una linea morbida, quindi se come me durante questi mesi di casalinghitudine avete messo su qualche chilo, non metterà in evidenza i rotolini (che non è una cosa da poco). Lo ammetto, visti i tempi non ho avuto ancora un’occasione per sfoggiarlo, speravo nel Capodanno ma probabilmente così non sarà. Però non vi preoccupate: ho scoperto che l’animalier è una di quelle cose intramontabili. Ecco, per dirla tutta secondo me l’abito animalier è il nuovo little black dress. Il vestito lo potete comprare qui a un ottimo prezzo.

PELLICCIA

L’ho desiderata a lungo ma non ho mai osato comperarla. Quest’inverno mi sono (finalmente) decisa e mi sono fatta questo regalo e mi ha dato grande soddisfazione. Posso dirvi che questo pellicciotto è morbidissimo e anche molto caldo. Ha le tasche, la chiusura a bottoni e un taglio che sta bene anche a chi è bassina. Il pellicciotto lo potete comprare qui, e il prezzo non è niente male.

GOLFINO

Ha la linea classica, lo scollo a V e un peso che lo rende ideale come sottogiacca, ma la stampa maculata gli dà quella marcia in più. L’ho comprato da regalare a mia sorella, ma sono sicura che sua figlia adolescente qualche volta glielo ruberà dall’armadio per sfoggiarlo coi suoi “501 rotti sui ginocchi” (cit. Coma_Cose) e le sneakers bianche. Il golfino lo potete comperare qui.

MAGLIONE
Che inverno è senza un maglione nuovo? Me ne sono innamorata a prima vista, la sua fantasia tigrata secondo è semplicemente irresistibile. Tra l’altro a mio parere l’abbinamento proposto qui è molto interessante: al posto dei soliti pantaloni, mettetelo con una longuette nera. Se siete alte ai piedi potete osare con un paio di anfibi. Purtroppo non è il mio caso e quindi ho optato sui kombat boots che mi regalano qualche centimetro. Dimenticavo, il maglione tigrato lo potete comprare qui.

LEGGINGS

Pur riconoscendo la loro comodità, non ho mai amato i pantaloni della tuta. Neppure adesso che Victoria Beckham li ha sdoganati come outfit chic da casa. Io preferisco i leggings, che insieme alle maxi maglie sono la mia divisa da casa. Ho comprato questi, che trovo molto carini. Li trovate qui.

FOULARD

Dovete fare un pensierino a una conoscente e non sapete cosa prenderle? Il foulard, ve lo assicuro, è un classicone che va sempre bene. Se non volete la solita fantasia, puntata sulla grinta dell’animalier. Vi assicuro che va bene sia per una zia, che lo porterà sotto al paltò col collo di pelliccia, che alla ragazza che lo legherà in testa a mo’ di fascia oppure alla borsa. Lo trovate qui a un prezzo piccolissimo.

SCARPE

Le kitten heel sono quelle scarpe intramontabili col tacchetto tanto amate dalla divina regina di stile Audrey Hepburn. Ecco, ora diteci se questa versione maculata non vi fa brillare gli occhi. Amo i tacchi ma non sono molto brava a sopportarli, perciò il tacco basso mi sembra un buon compromesso. Per sfuggire all’effetto sciuretta, l’outfit che vi propongo è jeans neri corti alla caviglia, magari con orlo sfrangiato, e un bel piumino nero corto. Le kitten heel le trovate qui.

MASCHERINA

Dove vai se la mascherina non ce l’hai. Questa è traspirante, riutilizzabile e lavabile, con la fascia elastica regolabile. La maschera è realizzata in 100% viscosa, un materiale leggero pelle, che si adatta perfettamente alla forma del viso. Vuoi mettere che stile. Potete comprare la mascherina qui.

PANTOFOLE

Dovete sapere che io e le mie amiche a Natale abbiamo istituito questo rito del regalino “trash”. Le regole sono che il dono deve avere un costo contenuto ma soprattutto deve riuscire strappare una risata a chi lo riceve. Queste ciabatte le ho regalate lo scorso anno e hanno riscosso un notevole successo in tal senso. Per indossarle non serve il piedino di Cenerentola, solo tanta tanta autoironia. Le potete comprare qui.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Perché con l’età ho iniziato ad apprezzare l’animalier