Lampada di sale: proprietà e benefici

Tutto quello che devi sapere sulle lampade di sale: proprietà, benefici, come pulirle e come sceglierle.

Simona Bondi Esperta di risparmio

Sicuramente hai sentito già parlare della lampada di sale e dei suoi effetti benefici e magari sei curiosa di saperne qualcosa di più. In questo articolo ti sveliamo tutte le caratteristiche, i suoi benefici ed i trucchi per far durare a lungo una lampada di sale.

Cos’è e come funziona

Questo oggetto dall’aspetto affascinante è formato da un grande cristallo di sale, in genere colorato, che racchiude al suo interno una lampadina. Può trattarsi di una luce ad incandescenza, di una moderna lampada a led o, più semplicemente, di una candela.

Le lampade di sale che si trovano più comunemente in commercio hanno al loro interno il sale rosa dell’Himalaya, si presentano con una forma pressoché cilindrica o piramidale e diffondono una calda luce arancione.

Ci sono tuttavia anche alcune lampade di sale che emettono luce di colore diversi come il viola, l’azzurro o giallo, con tonalità che variano in funzione della concentrazione dei minerali, che possono essere utilizzate per ottenere i benefici effetti della cromoterapia. Una volta accesa diffonde nella stanza splendidi colori, creando giochi di luce e un’atmosfera rilassante.

Proprietà e benefici

La lampada può svolgere in casa una duplice funzione: oltre ad essere, grazie alla sua luce soffusa e rilassante, un elegante punto luce che renda la stanza accogliente e favorisce momenti di relax, svolge anche un’altra importantissima funzione: purificare l’aria all’interno della casa e rendere così più salutare l’ambiente in cui viviamo.

Come funziona una lampada di sale? L’azione purificatrice si attiva quando i cristalli di sale, venendo a contatto con la luce e con l’aria, emanano ioni negativi. Qualsiasi ambiente, per poter essere considerato salubre, dovrebbe presentare un equilibrio ottimale tra ioni positivi e negativi.

Nelle nostre case, negli uffici e nei luoghi di lavoro sono presenti apparecchiature, televisori, e computer che producono ioni positivi e creano uno scompenso elettromagnetico. La lampada di sale, mentre illumina e crea atmosfere uniche, può contribuire a riequilibrare la situazione ed alleviare stati di malessere come emicrania e stress.

Ma non solo: la presenza del salgemma rende queste lampade di sale ottime alleate per combattere l’umidità, che viene assorbita dal sale. In questo modo le lampade si trasformano anche in perfetti deumidificatori naturali. Questo purché la presenza di umidità non sia eccessiva: in questo caso, potrebbe rovinare irrimediabilmente la lampada!

Quanto dura nel tempo

Trattandosi di un oggetto composto da materiale naturale, la durata della lampada di sale può dipendere da diversi fattori. In primo luogo è influenzata dall’umidità presente nell’ambiente, che potrebbe farla sciogliere precocemente.

In ambienti con livelli di umidità bassi, ed in assenza di urti o spostamenti, una lampada di sale può durare anche per molti anni senza vedere diminuire i suoi effetti benefici.

Quanto costa: i prezzi

Il prezzo delle lampade di sale è piuttosto vario e può andare da 10/15€ fino a qualche centinaio di euro. Nella determinazione del prezzo incide innanzitutto la grandezza dell’oggetto e quindi il suo peso, la forma, ma anche la qualità e il grado di rifinitura. Qui una selezione delle più vendute su Amazon:

Come riconoscere una vera lampada di sale

I benefici che una lampada di sale riesce a regalare abbiamo visto che sono davvero moltissimi, ma per poterlo fare è necessario assicurarsi una vera lampada da sale.

Il grande successo ottenuto negli ultimi anni ha ispirato alcuni venditori non proprio professionali a mettere in circolazione dei falsi.

Ma come si riconosce una vera lampada di sale? Il primo campanello d’allarme arriva quando il venditore non offre una politica di restituzione dell’oggetto danneggiato: trattandosi di oggetti delicati può anche accadere che vengano scheggiati durante il trasporto ed un venditore serio dovrebbe prevederne la sostituzione in questo caso.

La loro fragilità può aiutarci a svelare la presenza di un falso se malauguratamente urtiamo la nostra lampada e questa cade a terra: se non si rompe si tratta quasi certamente di un falso (ma non provate perché, se invece si tratta di una lampada di sale autentica, rischiereste di distruggerla!).

Un’altra caratteristica arriva dalla luminosità che diffondono le vere lampade di sale: la luce che emana è tremolante ed ovattata e non è mai sufficiente a dare luminosità a tutta la stanza.

Con il tempo e l’umidità una vera lampada dovrebbe creare dei cristalli di sale alla sua base: come detto precedentemente, la naturale umidità presente nell’aria tende a portare con sé, verso la base della lampada, alcuni piccoli cristalli di sale. Se questo non accade a distanza di molti mesi, potresti essere di fronte ad una lampada di sale non autentica.

Non dimentichiamo poi la percezione di benefici che possiamo avvertire: accendere in casa o in ufficio uno di questi oggetti benefici può alleviare i fenomeni di mal di testa, aiutare la concentrazione e svolgere in generale un’azione rilassante (in particolare quelle che emanano una luce arancione, utilizzata in cromoterapia proprio per favorire la concentrazione).

Come pulire e conservare la lampada di sale

Dopo un po’ di tempo può accadere che uno strato di polvere si sia depositato sopra la lampada. È arrivato quindi il momento di pulirla, ma come fare?

Per pulire la lampada di sale rinunciamo a bagnarla, perché scioglieremmo i cristalli che la compongono rovinandola. Utilizziamo piuttosto un panno morbido asciutto, aiutandosi eventualmente con una spazzola a setole morbide.

Dopo averla staccata dalla presa elettrica è bene rimuovere anche la lampadina al suo interno per poter procedere con una spolveratura interna ed esterna che farà tornare la vostra lampada di sale come nuova.

Lampade di sale: controindicazioni

Le lampade di sale non presentano controindicazioni particolari. L’unica cosa a cui occorre prestare attenzione consiste nel mantenimento di un buon livello di umidità: negli appartamenti la percentuale di umidità dovrebbe essere intorno al 40% e un livello più basso potrebbe provocare sensazioni di eccessiva secchezza alle vie respiratorie.

Un’altra attenzione deve essere posta al punto in cui collochiamo la nostra lampada di sale. Elegante anche come soprammobile necessita però di una base (possibilmente in legno) perché assorbendo l’umidità tendono a trasudare e potrebbero macchiare le superfici di un bel mobile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lampada di sale: proprietà e benefici