Ferro da stiro: quello che devi sapere per sceglierlo e usarlo al meglio

Con caldaia, senza caldaia, o senza fili? Ecco come scegliere il ferro da stiro migliore per noi

Foto di Simona Bondi

Simona Bondi

Esperta di risparmio

Da sempre sono appassionata del mondo del risparmio: trovare offerte e modi per risparmiare è la mia filosofia di vita.

Quando arriva il momento di acquistare un ferro da stiro, è importante tenere in considerazione alcune caratteristiche. I ferri da stiro in commercio presentano numerose tecnologie offrendo prestazioni, consumi e prezzi differenti. Vediamo come scegliere il modello migliore per noi.

Ferro da stiro: le caratteristiche da valutare

Può sembrare semplice acquistare un nuovo ferro da stiro, ma nella realtà, e per nostra fortuna, oggi abbiamo a disposizione tanti modelli differenti di questo utilissimo elettrodomestico, ognuno pensato per venire incontro alle esigenze degli utilizzatori.

Infatti nel mercato possiamo trovare ferri da stiro con caldaia, ferri da stiro verticali, ferri da stiro senza fili e altri ancora. Oltre a questo, è molto importante valutare con attenzione due caratteristiche che, se scelte con cura, lo renderanno il vostro alleato ideale per la stiratura dei capi: la potenza e il colpo di vapore.

Potenza del ferro da stiro

I ferri da stiro presentano anche potenze differenti, espresse in “watt”: maggiore sarà questo numero, maggiore sarà la sua potenza di stiratura. Attenzione però anche ai consumi elettrici: un ferro da stiro da 2400 W, consumerà maggiormente di uno da 1800 W, offrendo però maggiori prestazioni. Per un giusto compromesso in un contesto casalingo, sarà sufficiente acquistarne uno da 2200 W, ovvero un buon equilibrio fra prestazioni e consumi elettrici.

Colpo vapore del ferro da stiro

Da non sottovalutare assolutamente è anche il così detto “colpo vapore“, una misura espressa in grammi (“g”), che permette di capire quanto il ferro da stiro sarà efficiente nel rimuovere le pieghe. Maggiore sarà questo valore, maggiore saranno le prestazioni in termini di stiratura.

Ora che abbiamo visto una panoramica delle caratteristiche di ognuno, vediamo i diversi modelli per scegliere il ferro da stiro migliore per le nostre esigenze.

Ferro da stiro con caldaia

ferri da stiro con caldaia sono l’ideale per chi dedica molto tempo alla stiratura dei capi. Se si hanno grandi quantità di panni da stirare, un ferro da stiro a caldaia è la soluzione più adatta alle nostre esigenze.

Grazie alla caldaia, che è un serbatoio da riempire con acqua, permette di stirare senza interruzzioni grandi quantità di panni, tovaglie e lenzuola. Il getto a vapore diventa così continuo, permettendoci di stirare velocemente eliminando i tempi morti necessari al riscaldamento del ferro da stiro.

Ferro da stiro a vapore

ferri da stiro a vapore sono indicati, al contrario di quelli con caldaia, per chi predilige stirature veloci di pochi panni. Se si è soliti stirare solo pochi capi, un ferro da stiro a vapore senza caldaia è la soluzione perfetta per le nostre abitudini.

Il serbatoio dell’acqua è generalmente di piccole dimensioni (circa 300 ml) e questo lo rende molto veloce nel riscaldamento del ferro: tuttavia sarà necessario rabboccare spesso l’acqua ed attenderne nuovamente il riscaldamento. Basta attaccare la presa della corrente ed il ferro a vapore sarà pronto per stirare in pochi minuti.

Ferro da stiro senza fili

Per chi odia il filo del ferro da stiro, ecco una bellissima notizia. In commercio possiamo acquistare anche ferri da stiro senza fili, ideali per permettere la massima libertà di movimento in fase di stiratura. La durata della ricarica permette di stirare giusto pochi capi, ma il ferro si ricarica in pochissimo tempo (bastano pochi secondi), pertanto questo non sarà un problema: stirato un capo, si ripone il ferro da stiro nella base di ricarica mentre si predispone già il secondo capo da stirare.

Ferro da stiro verticale

Il ferro da stiro verticale, generalmente non sostituisce i normali ferri a vapore, tuttavia in alcuni casi potrebbe essere l’unico sistema di stiratura presente in casa.

I ferri da stiro verticali sono l’ideale per rinfrescare e rimuovere le piccole pieghe dai tessuti. Per esempio l’uso di una stiratrice verticale potrebbe essere l’ideale per chi utilizza l’asciugabiancheria e necessita quindi di togliere piccole pieghe formatesi sui capi in fase di asciugatura.

Allora stesso modo però, potrebbe essere il sistema di stiratura principale per chi è solito stirare pochissimi capi e, magari, non fa grande uso di camicie. In questo caso il ferro verticale potrebbe essere l’ideale in quanto occupa poco spazio e rimuove le pieghe dai tessuti in pochi secondi.