Come scegliere l’ombrellone da giardino perfetto per creare la tua oasi di relax

Quadrato o rotondo? In acciaio o alluminio? Copertura in poliestere o cotone? Ecco le risposte ai tuoi dubbi per acquistare l'ombrellone più adatto alle tue esigenze

Simona Bondi Esperta di risparmio Da sempre sono appassionata del mondo del risparmio: trovare offerte e modi per risparmiare è la mia filosofia di vita.

Gli ombrelloni da giardino sono comodi, belli da vedere e pratici perché consentono di creare una vera e propria “oasi di relax” al riparo dal sole (e da sguardi indiscreti) nel nostro giardino o terrazzo. In commercio ce ne sono diversi tipi: in questa guida, vedremo come scegliere l’ombrellone per giardino adatto alle nostre esigenze.

Ombrelloni da giardino: dove collocarli?

Prima di parlare della scelta dell’ombrellone, dei diversi modelli e delle loro caratteristiche, è giusto soffermarsi a riflettere sullo spazio che abbiamo a disposizione, per capire quale sarà la sua collocazione definitiva.

Possiamo dire, in linea generale, che i classici modelli rotondi o quadrati con supporto centrale sono quelli più adatti a un ambiente piccolo (come un terrazzo), mentre quelli più grandi con il supporto decentrato sono perfetti per spazi più ampi, come il giardino. Per esempio, un modello doppio o con braccio laterale potrebbe risultare poco adatto ad un terrazzino perché molto ingombrante ma perfetto, al posto del gazebo in un giardino.

Inoltre, la scelta della copertura dovrà essere in linea con l’ambiente circostante, per assecondare lo stile della casa e rendere la sua presenza armoniosa con il resto dell’abitazione.

Struttura e materiali

Il primo ed importante criterio nella scelta di un ombrellone da giardino è sicuramente il materiale con cui è realizzato. A seconda di dove verrà posizionato e del clima della città in cui viviamo, potremmo scegliere tra:

  • Ombrellone in alluminio: più leggero e facilmente trasportabile da un posto all’altro, non arrugginisce e non si rovina nel tempo. È la scelta più comune per chi desidera un prodotto pratico e comodo. È perfetto per tutti coloro che non hanno la possibilità di fissarlo in un angolo del giardino: in questo modo sarà possibile posizionarlo e rimuoverlo all’occorrenza in pochi minuti.
  • Ombrelloni in legno: eleganti e più pesanti rispetto ai modelli in alluminio. Il legno è un materiale naturale che quindi può risentire dell’umidità e degli sbalzi di temperatura, se non opportunamente trattato. Sarà comunque sufficiente l’applicazione di un po’ di colore per legno ogni 2/3 anni per mantenerlo sempre come nuovo. In compenso, è ideale per integrarsi perfettamente nell’ambiente naturale ed ha un aspetto molto elegante: per questo viene scelto da chi vuole dare un tocco classico e shabby al proprio giardino.

Questi sono i materiali più comuni, ma le soluzioni in commercio comprendono anche ombrelloni da giardino in acciaio o in plastica. Qualsiasi sia la scelta, assicuriamoci sempre che il prodotto sia in linea con gli standard europei e che riporti il marchio CE. Meglio investire qualche euro in più, se questo ci dà la sicurezza di un acquisto conforme ai regolamenti sulla sicurezza.

Materiale del parasole

Oltre che al materiale con cui sono realizzati gli ombrelloni, è importante fare attenzione anche alla scelta del tessuto parasole: è molto importante, per una lunga durata dell’ombrellone, che sia realizzato con un materiale resistente agli strappi, idrorepellente e trattato per resistere alla muffa ed all’umidità. È bene anche assicurarsi che abbia un buon livello di protezione dai raggi solari.

Fra i tessuti che compongono la tela degli ombrelloni da giardino in genere troviamo il poliestere (il tessuto più utilizzato perché impermeabile e resistente), l’acrilico e il cotone (soluzione eco-friendly).


Il poliestere in generale si rivela essere una buona scelta ed è per questo che viene molto utilizzato per la copertura degli ombrelloni: è idrorepellente, è un materiale durevole nel tempo, protegge dai raggi solari ed è molto resistente.

Ombrelloni da giardino: quale scegliere

Dopo aver deciso il materiale, possiamo dedicarci alla scelta del modello dell’ombrellone. I più classici hanno il palo posizionato al centro della struttura, una scelta che si rivela sempre vincente per chi ha poco spazio a disposizione. In genere, infatti, riescono ad ombreggiare giusto il tavolino e le sedie, anche se in commercio ne esistono di diverse forme e con dimensioni leggermente più ampie.

Oltre a questi esistono anche ombrelloni da giardino con palo decentrato. Questi ultimi offrono maggiore possibilità di spostamento in base al sole. Tendenzialmente sono più grandi rispetto a quelli con palo centrale offrendo quindi maggiori zone d’ombra. Gli ombrelloni da giardino con palo decentrato sono la soluzione ideale per chi vuole posizionarlo in un giardino, o in un altro ambiente spazioso come potrebbe essere una grande terrazza.

In commercio è possibile trovare ombrelloni dotati di apertura facilitata da manovella: la manovella è molto utile e consente di aprire e richiudere in pochi secondi l’ombrellone con un semplice gesto. Sicuramente si tratta di un optional consigliato in particolar modo quando si parla di ombrelloni di grandi dimensioni.

Base centrale: la base dell’ombrellone da giardino

Il compito di rendere sicuro e stabile l’ombrellone da giardino o da terrazzo è affidato alla base centrale: le basi per ombrelloni sono disponibili in numerose forme e materiali e dovranno essere scelte in base al modello di ombrellone acquistato.

Fra i vari modelli disponibili in commercio troviamo basi in plastica (da riempire con sabbia o con acqua), basi per ombrellone in cemento, in marmo oppure in resina pesante. Tutti garantiscono una buona stabilità all’ombrellone. Alcuni modelli sono dotati di viti di fissaggio del palo e sono certamente la scelta migliore per un buon ancoraggio dell’ombrellone.

Per quanto riguarda il peso, è opportuno scegliere delle basi centrali molto pesanti per gli ombrelloni con braccio decentrato che necessitano di maggiore stabilità, specialmente se di grandi dimensioni. In linea generale, al momento della scelta dell’ombrellone il produttore spesso consiglia la base centrale più adatta ad uno specifico modello.

L’idea in più

Se pensi di utilizzare l’ombrellone non solo per godere di un angolo d’ombra nella calura estiva ma anche durante le cene o gli aperitivi in compagnia, potrebbe esserti molto utile una luce da appendere in alto, al centro della struttura, in grado di illuminare, per esempio, il tavolo sottostante.

Non disponibile.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come scegliere l’ombrellone da giardino perfetto per creare la tua o...