Come scegliere lo spazzolino elettrico

Simona Bondi Esperta di risparmio

Per una pulizia dei denti completa e approfondita, molti dentisti consigliano di utilizzare uno spazzolino elettrico al posto di quello manuale. Se hai intenzione di acquistarne uno o devi cambiare quello attuale, ecco una guida che ti fornirà alcuni consigli su come scegliere lo spazzolino elettrico più adatto a te!

Spazzolino elettrico: quanti tipi?

Esistono diversi tipi di spazzolini elettrici pensati per venire incontro ad ogni esigenza. Il primo elemento da tenere in considerazione è sicuramente la durezza delle setole della testina: dure, medie o morbide.

La maggior parte dei dispositivi in commercio è dotata di setole medie, ma potrai cambiarle a seconda delle tue esigenze. Ad esempio se hai le gengive che sanguinano o sono irritate, meglio preferire un formato più morbido.

Se invece non hai particolari problemi, puoi optare tranquillamente per l’acquisto di setole più dure.

Oltre a questo, ci sono molti altri aspetti da non sottovalutare come, ad esempio, l’alimentazione che può essere a pile oppure elettrica. La scelta dipende da te: se non ami molto avere un altro alimentatore in giro per casa, scegli quello a pile, sarà più pratico anche per i viaggi o per le sere fuori casa.

Personalmente preferisco l’utilizzo di un modello elettrico a batteria: basta ricaricarlo dopo ogni utilizzo per averlo sempre a portata di mano, senza necessità dell’utilizzo delle pile (che sono anche altamente inquinanti).

Rotante, pulsante oppure tradizionale?

La tecnologia degli spazzolini elettrici si è evoluta molto negli ultimi anni e in commercio esistono moltissimi tipi di setole. Quelle rotanti, ad esempio, rappresentano uno dei modi migliori per prendersi cura della propria igiene orale in quanto riescono ad eliminare la placca in maniera efficace e veloce.

Una valida alternativa sono le setole pulsanti, che riescono a simulare a pieno il giusto movimento consigliato dai dentisti.

Se cerchi un modello un po’ più economico, va benissimo anche uno spazzolino elettrico con testina tradizionale: in caso di dubbi su quale scegliere puoi chiedere consiglio all’igienista oppure al tuo dentista.

La tecnologia ad ultrasuoni

Ultimo, ma solo in ordine di apparizione, i modelli di spazzolini elettrici ad ultrasuoni. Si tratta di una tecnologia evoluta, che consente di sfruttare delle onde sonore (non rilevabili per l’orecchio umano) per andare a danneggiare la struttura dei batteri responsabili della carie.

Agiscono anche sotto il bordo gengivale, dove le normali setole non potrebbero arrivare. Ovviamente questa tipologia di spazzolino è la più costosa, ma è anche quella che più si avvicina ad un dispositivo professionale.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come scegliere lo spazzolino elettrico