Come scegliere il bollitore elettrico

Il bollitore elettrico è un piccolo elettrodomestico sempre utile in cucina: in voga - particolarmente - in questi ultimi anni, può trovare diversi utilizzi pratici in cucina. Ma cosa ci offre il mercato? Come scegliere il miglior bollitore elettrico senza spendere troppi soldi?

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Il bollitore elettrico è un piccolo elettrodomestico sempre utile in cucina: in voga – particolarmente – in questi ultimi anni, può trovare diversi utilizzi pratici in cucina. Ma cosa ci offre il mercato? Come scegliere il miglior bollitore elettrico senza spendere troppi soldi? Vediamo insieme a cosa fare attenzione prima di acquistarne uno.

Bollitore elettrico: a cosa serve?

Potrà sembrare una domanda banale, ma se non hai mai utilizzato questo prodotto potresti non conoscere tutte le sue enormi potenzialità in ambito culinario e domestico. Principalmente i bollitori elettrici sono utilizzati per far bollire in pochi secondi l’acqua, con lo scopo di essere utilizzata per preparare una bevanda calda in pochi secondi.

Il bollitore si accende tramite un semplice pulsante e si spegne automaticamente ad ebollizione del liquido.

In realtà, possiamo trarne un utile vantaggio anche in altri ambiti che non riguardano solo la preparazione di te e tisane. Molte persone per esempio lo utilizzano per accelerare il tempo di bollitura dell’acqua della pasta riducendo ad un terzo il tempo necessario.

Inoltre l’acqua calda è utilissima per essere utilizzata in caso di ingorghi del lavandino, per lavare in modo sicuro e veloce i panni in microfibra che utilizziamo nella pulizia dei ripiani della cucina e per altri utili scopi simili.

Come scegliere il bollitore elettrico?

Come per tutti i prodotti che attirano l’attenzione dei consumatori, in questi ultimi anni è possibile trovare sul mercato tantissimi modelli che hanno diversi costi e diverse funzioni.

Il primo passo è quello di valutare la capacità in litri del bollitore: maggiore è la sua capacità, maggiore sarà la sua praticità di utilizzo specialmente se usi il bollitore per accelerare la cottura della pasta. Personalmente ti consiglio di optare per un modello che sia di almeno 1,7 litri.

Oltre ai litri è importante verificare che il bollitore sia dotato di apposite protezioni anti scottatura e dell’avvolgi cavo che ti permette di riporre con cura e con ordine il bollitore dopo l’utilizzo.

Quasi tutti i modelli acquistabili online ed in negozio inoltre, presentano un’utilissima funzione: una volta raggiunta la temperatura impostata, l’apparecchio di spegne da solo garantendo la massima sicurezza.

Inoltre, essendo un dispositivo che funziona a corrente, verifica sempre sia presente il marchio di conformità CE che ti garantisce la massima sicurezza durante l’utilizzo di questo apparecchio.

I prezzi dei bollitori variano dai 20 ai 50€ di media, a seconda della capacità in litri e del design e marchio del prodotto. Questo piccolo ed utile elettrodomestico può essere acquistato anche online (Amazon ne ha un’ampia scelta) ed in tutti i migliori negozi di elettrodomestici.

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

Come scegliere il bollitore elettrico