Come scegliere gli oli essenziali

Gli oli essenziali possiedono moltissime proprietà naturali, di cui tutti noi possiamo beneficiare. Gli utilizzi sono molteplici: per la bellezza, la salute ed anche per l'igiene della casa. Alcuni svolgono molteplici funzioni, aiutandoti a risparmiare.

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Gli oli essenziali possiedono moltissime proprietà naturali, di cui tutti noi possiamo beneficiare. Gli utilizzi sono molteplici: per la bellezza, la salute ed anche per l’igiene della casa. Alcuni svolgono molteplici funzioni, aiutandoti a risparmiare. In questo articolo ti parlerò di quali oli essenziali scegliere.

Oli essenziali: eccone 5 da tenere sempre in casa

La spesa iniziale da sostenere per l’acquisto degli oli essenziali si rivelerà un buon investimento a lungo termine. Infatti sono sufficienti poche gocce da mettere nel diffusore di aromi o da utilizzare insieme ad un olio vegetale. Ricordati che non vanno utilizzati mai puri sulla pelle o sui capelli, ma sempre veicolati in altri liquidi.

Fatta questa premessa vediamo come scegliere gli oli essenziali e quali sono i 5 da tenere sempre in casa.

Olio essenziale di tea tree:

Lo definirei quasi il “re” di tutti gli oli essenziali. Ha infatti tantissimi utilizzi:

  • Anti batterico e deodorante: grazie alla capacità di contrastare la formazione dei batteri responsabili del cattivo odore, potrai usarlo per la pulizia del frigo, dei piani cucina e di tutti i posti umidi.
  • Disinfettante e antisettico: diluito in una tisana alla salvia o malva, diventa un perfetto collutorio naturale. Inoltre, grazie alla capacità di disinfettare potrai usarlo anche su brufoli, acne e altre piccole infezioni veicolandolo in un olio.
  • Fluidificante ed espettorante: all’interno di un diffusore di aromi, andrà benissimo per combattere il raffreddore e sciogliere il catarro. Puoi anche fare dei suffumigi con acqua bollente.
  • Antiparassitario: contro i pidocchi e tutti gli altri “ospiti indesiderati”

Olio essenziale di lavanda:

Un altro olio essenziale da tenere sempre in casa è sicuramente quello di lavanda. Ha infatti proprietà:

  • Antisettiche, antimicotiche e antibatteriche
  • Espettoranti e lenitive per i sintomi del raffreddore
  • Antispasmodiche: utilissimo per i crampi e gli spasmi addominali, anche quelli mestruali
  • Rilassante: l’uso per eccellenza dell’olio essenziale di lavanda è quello come rilassante. Due gocce sul cuscino dei bimbi o sul tuo aiuterà a prendere sonno. Puoi anche diffonderlo nell’ambiente oppure versare poche gocce su un fazzolettino.

Olio essenziale di chiodi di garofano:

A chi non è capitato di stare male nel cuore della notte per un mal di denti da carie? Diluito in acqua, è perfetto per i risciacqui e per lenirne il dolore. Non va usato puro, mi raccomando! Ma i suoi utilizzi non sono ancora finiti, è infatti perfetto anche per:

  • Combattere la stanchezza e il mal di testa
  • Per curare l’herpes
  • Come anti-spasmodico, diluito in un olio e massaggiato sul punto dolente
  • Per depurare l’aria: all’interno di un diffusore di essenze

Altri oli essenziali da tenere sempre in casa

Oltre ai 3 di cui abbiamo parlato sopra, ci sono altri due oli preziosissimi per la tua salute e per il tuo benessere. Tra questi troviamo l’olio di limone, dalle proprietà anti infiammatorie, antisettiche,  anti-batteriche, che può essere utilizzato per eliminare i cattivi odori e per il trattamento della pelle impura.

Infine, non possiamo non citare l’olio essenziale di citronella, repellente per eccellenza, ma anche deodorante e anti-virale.

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Come scegliere gli oli essenziali