Combattere la depressione con la terapia della luce: quale lampada comprare

Succede a moltissime persone: con l'arrivo dell'inverno ci si sente stanchi, assonati, si fa fatica a concentrarsi e l'umore non è dei migliori. Questa condizione, chiamata "depressione invernale" è un disturbo riconosciuto dalla medicina ed esistono alcuni rimedi naturali per contrastarla.

Simona Bondi

Simona Bondi Esperta di risparmio

Succede a moltissime persone: con l’arrivo dell’inverno ci si sente stanchi, assonati, si fa fatica a concentrarsi e l’umore non è dei migliori. Questa condizione, chiamata “depressione invernale” è un disturbo riconosciuto dalla medicina ed esistono alcuni rimedi naturali per contrastarla.

Uno dei migliori è la terapia della luce, da effettuare utilizzando una particolare lampada. In questo articolo ti consiglierò quale comprare e come sceglierla.

Terapia della luce per la depressione: quale lampada comprare

La terapia della luce si rivela abbastanza efficace nell’alleviare i disturbi dell’umore tipici della stagione invernale. L’apposita lampada è molto utilizzata nei paesi nordici ed il suo utilizzo si sta diffondendo a macchia d’olio anche nel nostro paese.

Esistono diverse tipologie di lampade per la “light terapy” alcune più tecnologiche, altre più basilari. Alcuni modelli, per esempio, possono essere controllati tramite smartphone, utilizzando l’apposita applicazione e ti consentono di impostare il risveglio simulando la luce naturale dell’alba e mettendo in  sottofondo le tue canzoni preferite o una musica rilassante.

Altre versioni non necessitano di alcuna connessione con il telefono, ma ti offrono comunque la modalità “alba” e quella tramonto, da utilizzare prima di addormentarti (qui puoi vedere un modello molto conosciuto ed apprezzato dai consumatori). La luce simulata è disponibile in diversi colori, fino a più di 200 tonalità da scegliere in base ai tuoi gusti.

Caratteristiche lampada e come usarla

Esistono alcune caratteristiche che una buona lampada per combattere la depressione con la terapia delle luce deve necessariamente possedere. Innanzitutto, la lampada deve emanare un’intensità luminosa pari a 10.000 lux ed aver il filtro contro i raggi ultravioletti che potrebbero danneggiare gli occhi.

Per essere efficace, la terapia deve essere effettuata entro un’ora dal risveglio, per circa mezz’ora, avendo cura di tenere la luce ad almeno 50 centimetri dagli occhi e di non puntarla mai direttamente sul viso.

Simona Bondi Esperta di risparmio Appassionata di risparmio, dal 2008 gestisce il Blog DimmiCosaCerchi dove riporta iniziative promozionali dedicate al mondo del risparmio: campioni omaggio, concorsi a premio e buoni sconto sono all’ordine del giorno. http://www.dimmicosacerchi.it

Combattere la depressione con la terapia della luce: quale lampada&nbs...