Studenti, la vita sessuale felice fa bene alla salute

Con un opuscolo in Inghilterra si sottolinea l'importanza del piacere durante il rapporto. Non solo sesso sicuro

Il servizio sanitario del Regno Unito, National Health Service, avvisa gli studenti che non solo hanno diritto ad avere una vita sessuale soddisfacente ma che essa può anche fare bene alla loro salute.

Lo ha fatto con un opuscolo, chiamato Pleasure (Piacere) a genitori, insegnanti e assistenti sociali con lavorano con minori.

Un orgasmo al giorno toglie il medico di torno, dice lo slogan del libricino che si ripropone di aggiornare i metodi e l’approccio all’educazione sessuale. Per troppo tempo, sostengono gli autori, gli esperti si sono concentrati sul sesso sicuro: il che ovviamente non è un aspetto da trascurare, ma troppo poco si è parlato del motivo per cui le persone principalmente fanno sesso, ossia provare piacere. Da qui il titolo Pleasure.

Il consiglio è di fare attenzione all’alimentazione e all’attività fisica: almeno cinque porzioni di frutta o verdura al giorno e non meno di 30 minuti di sport tre volte alla settimana. E sul fare sesso o masturbarsi due volte alla settimana? «Fa bene anche quello», dice l’opuscolo, non solo è salutare per l’apparato cardiocircolatorio ma scatena reazioni positive nell’organismo, rilassando e mettendo di buon umore.

Subito però sono scoppiate le polemiche e non tanto per quel senso di pudore che ha fatto del “niente sesso siamo inglesi” una delle espressioni inglesi più conosciute ma perché il Regno Unito è il paese con il più alto numero di gravidanze minorili indesiderate (tanto da ventilare la proposta di un vaccino anticoncezionale). Il rischio hanno detto in molti è che l’iniziativa sia interpretata come un via libera a fare sesso quando si vuole e come si vuole. «Non è vero che una campagna di questo genere contribuisce a incoraggiare la promiscuità sessuale tra i minorenni» ha obiettato uno degli autori, Steve Slack, direttore del Centro per la Cura dell’Aids e per la Salute Sessuale di Sheffield. «L’importante è dare loro una piena informazione su rischi e benefici dell’attività sessuale, e vigilare affinché il sesso sia il risultato di una relazione autentica. Se così è, gli adolescenti hanno altrettanto diritto di fare sesso di quanto ne ha un adulto».

Studenti, la vita sessuale felice fa bene alla salute