Sesso, boom di tradimenti e pratiche estreme tra i giovani

Pratiche estreme BDSM, sesso senza amore e tradimenti: un nuovo rapporto ci racconta la vita sessuale dei giovani italiani

Fra i giovani italiani trionfa la voglia di trasgressione e quella di tradire il proprio partner.

Lo svela un rapporto Eurispes secondo cui circa un matrimonio su due in Italia presenta un coniuge adultero. I giovani sono vittima del sexting, affascinati dalle pratiche estreme e dal sesso facile, senza troppe implicazioni sentimentali, ma soprattutto in amore sono sempre meno fedeli.

Dall’indagine intitolata Sesso, erotismo e sentimenti: i giovani fuori dagli schemi, emerge come sei giovani su dieci inviano foto, video o messaggi con un contenuto sessuale esplicito. Nell’immaginario dei giovani italiani il sesso e l’amore non coincidono quasi mai, tanto che sono sempre più diffusi gli amici-amanti, mentre un intervistato su quattro ha rivelato di aver avuto rapporti sessuali occasionali.

Il rapporto svela anche come la masturbazione sia ormai considerata una pratica normale nella vita sessuale di un individuo adulto, mentre il 70% dei giovani ammette di utilizzare materiale pornografico sia per l’autoerotismo che per accendere la passione con il proprio partner. Se i film hot sembrano avere un ottimo successo nel nostro Paese, lo stesso non si può dire per i sex toys.

Mentre negli Stati Uniti spopolano, in Italia solamente il 42,8% ammette di averne usato uno, da solo oppure con qualcun altro. Il dato più interessante raccolto da Eurispes però rimane quello riguardante il mondo BDSM, una pratica sessuale che prevede dominazione, bondage, sottomissione, masochismo e sadismo. A praticarlo è solamente il 27,7% della popolazione, ma la metà degli intervistati vorrebbe provarlo almeno una volta nella vita.

Resta invece allarmante il risultato riguardante i contraccettivi. Un giovane su 10 ammette di non averli mai usati, mentre circa il 60% sceglie di ignorare il rischio. L’uso della contraccezione è più diffuso al Nord-Ovest, dove a scegliere pillola, profilattico o altri metodi per evitare gravidanze indesiderate e malattie sono il 52,4% degli intervistati. La situazione non va meglio al Sud e al Centro, dove si registra un maggior numero di persone che ammettono di non utilizzare mai un sistema contraccettivo: pari al 13,3% e al 12,7%.

Sesso, boom di tradimenti e pratiche estreme tra i giovani