Pillola, gli errori da non fare quando la prendi

Quando si assume la pillola anticoncezionale è importante evitare alcuni errori: ecco cosa non dovete fare mai

La pillola contraccettiva è uno fra gli anticoncezionali più utilizzati dalle donne, considerato sicuro al 99,9% anche se, come svelano gli esperti, bisogna evitare di commettere degli errori quando si prende.

Alcuni sbagli nell’assunzione infatti possono ridurre di molto l’efficacia del medicinale, mettendo a rischio la donna, che potrebbe andare incontro ad una gravidanza indesiderata. Come fare? Per prima cosa è fondamentale prendere la pillola sempre alla stessa ora ogni giorno. L’orario di assunzione è fondamentale, perché una dimenticanza potrebbe costare cara.

Il consiglio è quello di assumere il confetto prima di andare a dormire oppure al risveglio, in modo da creare una routine che metta al riparo dalle dimenticanze. Molte donne utilizzando anche delle apposite applicazioni oppure impostano quotidianamente la sveglia. Nonostante ciò è possibile che si faccia l’errore di dimenticare di prendere il confetto.

In quel caso è importante valutare quante ore sono trascorse e in che fase ci troviamo del ciclo. Se sono passate meno di 12 ore dall’orario abituale di assunzione, è necessario prendere immediatamente il confetto dimenticato e poi terminare il blister regolarmente. In caso contrario la protezione contraccettiva è fortemente a rischio, per questo è necessario prendere il confetto e continuare l’assunzione, ma ricorrere anche ad un anticoncezionale aggiuntivo, ossia il profilattico. In caso di dimenticanza il periodo più a rischio è quello in cui si verifica l’ovulazione, ossia i primi 14 giorni del ciclo, trascorso questo momento inizia la fase premestruale.

Quando si assume la pillola anticoncezionale è importante farlo sempre con l’acqua, per favorire l’ingestione. Sono da evitare in modo tassativo gli alcolici, perché possono interferire nell’assorbimento del medicinale. Fate attenzione anche quando state seguendo una cura antibiotica. Molte donne infatti fanno l’errore di non proteggersi ulteriormente in questi casi, andando incontro ad una gravidanza indesiderata.

Molti antibiotici infatti possono interagire negativamente con la pillola, riducendo la sua azione. Prima di iniziare una cura farmacologica comunque è sempre buona norma contattare il ginecologo, senza cadere nell’errore di un facile fai da te. Infine fate attenzione anche ad episodi di vomito o diarrea che si verificano dopo 3-4 ore dall’ingestione della pillola. In questi casi è importante prendere un altro confetto appena l’episodio di dissenteria svanisce e procedere normalmente sino alla fine del blister. 

Pillola, gli errori da non fare quando la prendi