Massaggio a due per riaccendere la passione

Meglio del sesso per ritrovare l'equilibrio e l'intimità con il proprio partner. Ecco le regole base

Poco tempo per se stessi, stress e preoccupazioni, routine: capita che la vita a due perda smalto (ecco come riaccendere la passione) senza che ci sia davvero qualcosa che va storto. I contatti si diradano, e magari anche gli appuntamenti sotto le lenzuola, che paradossalmente a volte restano la sola forma di rapporto fisico tra lui e lei.

Niente di più sbagliato, perché in un rapporto il tocco è tutto, e spesso vale più del sesso in senso stretto. Non è un caso che molti terapisti di coppia consiglino per superare una crisi di ricominciare pian piano ad avvicinarsi fisicamente con l’altro – attraverso carezze e massaggi – prima ancora di avere di nuovo rapporti. E spesso basta recuperare un contatto vero e profondo per fa sì che le cose ricomincino a funzionare alla grande. Quando un rapporto diventa più profondo, da tutti i punti di vista – compreso quello emozionale – il primo fattore a trarne beneficio è proprio il sesso. Non è indispensabile essere esperti o conoscere le varie tecniche, perché un massaggio a due funzioni: il più delle volte è sufficiente lasciarsi andare all’istinto per creare un’alchimia con il partner.

Se vi sentite così negati da non sapere nemmeno da che parte cominciare, tenete conto di alcune regole base:
prendetevi tutto il tempo: programmate il massaggio in un momento di tranquillità, senza dover tenere d’occhio l’orologio. È fondamentale per rilassarsi completamente
mettetevi comodi: che preferiate il letto matrimoniale o un tappeto, scegliete con cura la location per le vostre “sessioni”. Abbassate le luci, se vi fa sentire più a vostro agio, ma in modo da potervi comunque guardare negli occhi.
create l’atmosfera: c’è chi preferisce il silenzio assoluto, chi una musica adatta come sottofondo. Molti amano accendere una candela profumata, o utilizzare un olio da massaggi. In ogni caso fate in modo che sia un’esperienza piacevole.
concentrarsi su un punto: meglio cominciare dalle spalle, o dalla testa o dai piedi e massaggiare un punto alla volta, soprattutto se si è alle prime armi.

Se vi fidate sì dell’istinto, ma vi piacerebbe anche conoscere i fondamentali, sappiate che anche molte associazioni yoga organizzano corsi di massaggio di coppia – già frequentatissimi da anni negli Stati Uniti -, spesso organizzati anche in seminari o full immersion che durano un week end. Peri i più pigri, c’è l’opzione “lezioni a distanza”, come quelle del Dvd “Massaggio di coppia” (degli insegnanti di yoga Marisa Consolo e Maurizio Morelli – Red! edizioni), che suggerisce un percorso attraverso sette scambi: il viso, la schiena, gli arti inferiori e i glutei, la pancia e il petto, i piedi e le gambe, le mani e gli avambracci, e infine la reciprocità. Più esplicito, se così si può dire, il fine del manuale “Il massaggio erotico. Una guida raffinata alle più sensuali tecniche di stimolazione” (Widdowson Rosalind; Marriott Stephen – Gremese Editore): gli autori, esperti di Yoga, massaggio Thai e sesso tantrico, propongono una grande varietà di carezze, tocchi energici, posizioni statuarie e giochi erotici con seta e piume per eccitare o rilassare il partner dalla testa alle dita dei piedi.

Massaggio a due per riaccendere la passione